Green Power è la prima barca ibrida costruita in riva al Sile

Giovedì 25 giugno il varo e la benedizione nel cantiere di Studioplast a Lughignano di Casale sul Sile. Potrà trasportare fino a 55 persone. Sarà utilizzata per gite in Laguna o sul Sile

Il varo di un'imbarcazione nel cantiere Studioplast (Immagine d'archivio)

Casale sul Sile si prepara a festeggiare il primo varo navale dopo il lockdown con un evento a dir poco speciale. Giovedì 25 giugno, alle ore 12 nel cantiere Studioplast di via Nuova Trevigiana 21 a Lughignano di Casale, sarà infatti varata la prima barca elettrica (ibrida), realizzata sulle rive del Sile dopo vari esperimenti e prototipi.

Si tratta di un'imbarcazione in grado di navigare per 5 ore a 6 nodi trasportando 55 persone; la "Green Power" può percorrere il Canal Grande di Venezia almeno 4/5 volte o l'intero fiume Sile prima di scaricarsi e comunque può attivare in caso di necessità il motore diesel endotermico. Si tratta di un'operazione importante per il cantiere trevigiano che ha costruito la barca per conto della società Venice by Boat. Sarà destinata al servizio delle isole della Laguna Nord (Torcello, Sant'Erasmo, Murano, Burano), in convenzione con l'Actv o per gite lungo il fiume Sile in totale rispetto dell'ambiente. I dettagli saranno spiegati durante il varo di giovedì 25 giugno dai titolari di Studioplast: Giuliano Vincenzi e la giovane figlia 25enne Anna che affianca il padre in cantiere. Alle ore 12 la benedizione della barca e la preghiera del marinaio (sarà presente don Fabio Mattiuzzi, il sindaco di Casale Stefano Giuliato e le autorità militari). Naturalmente verrà infranta sullo scafo dalla madrina la tradizionale bottiglia di Prosecco. Dalle 12.15 giro di prova in direzione Casier con sosta rinfresco alla Trattoria Al Sile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Malore improvviso al rifugio: 62enne muore tra le braccia della compagna

  • Pooh, nuovo disco dopo la morte di D'Orazio: «Le canzoni della nostra storia»

  • Se n'é andata Paola Maiorana, voce storica delle radio private trevigiane

  • Covid, Zaia: «Treviso è in area critica per i ricoveri ospedalieri»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Capienza ridotta in negozi e centri commerciali»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento