«Troppo Prosecco prodotto: il boom rischia di diventare una bolla»

Simonetta Rubinato, presidente dell’associazione Veneto Vivo ed ex parlamentare del Pd si rivolge ai rappresentati del Consorzio di tutela Prosecco dopo la produzione del 2018

Il boom del prosecco fa discutere. Mentre Confagricoltura trevigiana e Diocesi di Vittorio Veneto puntano il dito contro il diserbo chimico, Simonetta Rubinato, presidente dell’associazione Veneto Vivo ed ex parlamentare del Pd, chiede ai rappresentati del Consorzio di tutela quale strategia intendono adottare per il futuro per evitare la “bolla del Prosecco”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«La sovrapproduzione della vendemmia 2018 e le code chilometriche dei trattori che trasportavano l’uva nelle cantine sociali, con un crollo dei prezzi del 50% di cui molti piccoli agricoltori si accorgeranno solo al pagamento del saldo a novembre prossimo – scrive nella sua pagina Facebook commentando una recente dichiarazione del giornalista Federico Rampini che ha parlato di ‘globalizzazione del prosecco’ come vittoria di una guerra lampo - è stato solo un episodio eccezionale o ha segnato l’inizio di un’inversione di marcia? Un fenomeno dal successo di queste dimensioni va governato con una vision lungimirante, pianificando quantità e qualità dei beni economici, sociali e ambientali in gioco, dall'estensione dei vigneti alla sostenibilità della produzione, dalla tutela del territorio a quella dell’eccellenza del prodotto». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bar presi d'assalto, Zaia furioso: «Se continua così chiudo tutto»

  • Malore improvviso durante la gita in bici: morto Carlo Durante, oro paralimpico nel '92

  • Malore fatale, il titolare della pizzeria "Da Max" muore a 52 anni

  • Tragico schianto contro un'auto, muore motociclista 61enne

  • Madre di un figlio di 11 anni muore dopo una lunga malattia

  • Il direttore generale della Uls 2: «E' una tragedia, così riparte l'infezione e non sarà mai finita»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento