Domenica, 19 Settembre 2021
Green Montebelluna

Cava Morganella, flashmob contro l'ampliamento: «Ats dica no al progetto»

Sabato 3 aprile la manifestazione di comitati e associazioni che si oppongono al progetto di ampliamento della cava tra Ponzano Veneto e Paese. L'intervento di Andrea Zanoni

Il flashmob davanti alla sede di Alto Trevigiano Servizi

Sabato mattina, 3 aprile, davanti alla sede di Alto Trevigiano Servizi a Montebelluna, si è tenuto un flashmob organizzato dal gruppo di comitati e associazioni che si oppongono al progetto di ampliamento di cava Morganella tra Ponzano Veneto e Paese: Paesambiente, Legambiente Piavenire, Wwf Terre del Piave, Salviamo il Paesaggio, Italia Nostra, Iams Impegno, Friday For Future e Extintion Rebellion. Erano presenti anche alcuni esponenti del Partito Democratico, da tempo in prima linea contro questo progetto, tra cui i consiglieri comunali Anna Foffani di Paese e Renzo Trevisin di Ponzano, il segretario dell’Unione comunale di Treviso e presidente dell’assemblea regionale del Pd Veneto Giovanni Tonella, il responsabile provinciale ambiente Matteo Favero, il segretario provinciale Giovanni Zorzi ed il consigliere regionale Andrea Zanoni.

«Il Pd esprime ferma contrarietà a questo progetto - afferma Zorzi - Insieme ai comitati e alle forze ecologiste del nostro territorio continueremo a portare avanti questa battaglia per mettere in sicurezza ambiente e salute». «Oggi si può ridurre l’estrazione in cava di materiali per l’edilizia, come la ghiaia, puntando su riciclo e riutilizzo dei rifiuti edili - aggiunge Matteo Favero - Si crea così nuovo lavoro, rispettando falde e paesaggio: basta buchi a favore dei soliti noti». «Chiediamo ad Ats - conclude Andrea Zanoni - di difendere i propri utenti e di essere coerente alla posizione di contrarietà che ha sempre espresso nei confronti di questo progetto».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cava Morganella, flashmob contro l'ampliamento: «Ats dica no al progetto»

TrevisoToday è in caricamento