rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Green

Emilia Romagna, Contarina invia uomini e mezzi in aiuto dei comuni alluvionati

L’operazione durerà una settimana e si concentrerà nella zona di Forlì per dare supporto ad Alea Ambiente, società con cui Contarina ha collaborato per avviare la raccolta dei rifiuti "porta a porta"

Sono partiti per la Romagna sabato 27 maggio gli operatori che stanno dando supporto nelle attività di rimozione dell’enorme quantità di detriti e rifiuti alluvionati che in questi giorni vengono accatastati lungo le strade dell'Emilia Romagna. Per una settimana 4 operatori di Contarina si alterneranno alla guida di 2 mezzi con ragno allestiti con due cassoni scarrabili ciascuno. La raccolta straordinaria dei rifiuti alluvionati svolta da Contarina si concentrerà nel territorio di Forlì colpito dall’emergenza, aiutando Alea Ambiente - società che si occupa della gestione dei rifiuti in 13 Comuni del forlivese, nella gestione di questo momento. 

Verranno usati per raccogliere mobili, elettrodomestici e altri materiali danneggiati dall’acqua di cui cittadini e aziende colpite dall’alluvione sono costretti a disfarsi. Ora, infatti, è urgente provvedere alla rimozione dei rifiuti alluvionati dalle strade. La gestione di questa fase dell’emergenza è coordinata a livello nazionale dalla Protezione civile, con il supporto di Utilitalia. In tutta Italia le imprese del settore si stanno mobilitando per far arrivare il prima possibile gli aiuti per ripristinare la viabilità nelle zone colpite.

I commenti

«Il territorio romagnolo sta affrontando la seconda fase dell’emergenza, che prevede il ripristino delle reti di energia, gas, acqua e la pulizia delle zone colpite dall’alluvione attraverso la raccolta, il ritiro e lo smaltimento dei rifiuti, man a mano che le strade sono agibili e libere dall’acqua. Contarina interviene proprio a supporto di questa attività» le parole del presidente di Contarina, Sergio Baldin.

Il direttore generale, Michele Rasera, aggiunge: «In accordo con il Consiglio di Bacino Priula, ci siamo mobilitati per individuare mezzi e personale disponibili per svolgere questo servizio straordinario. Ci potrebbero essere dei rallentamenti nello svolgimento di alcuni servizi nel nostro territorio, in particolare per lo svuotamento dei cassoni presso gli EcoCentri, ma faremo il possibile per ridurre gli eventuali disagi. Chiediamo a tutti i nostri cittadini comprensione e pazienza: stiamo aiutando un territorio a risollevarsi».

«Si tratta di un territorio che conosciamo bene: alcuni anni fa, infatti, abbiamo supportato Alea Ambiente, sia nella costituzione della società sia per l’avvio del porta a porta - conclude il presidente del Consiglio di Bacino Priula, Giuliano Pavanetto -. Crediamo nella collaborazione reciproca fra territori per tutelare sempre di più l’ambiente e le risorse naturali; collaborazione che si rinnova in questo momento difficile che sta vivendo la Romagna”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emilia Romagna, Contarina invia uomini e mezzi in aiuto dei comuni alluvionati

TrevisoToday è in caricamento