menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Una Delegazione di ambasciatori del Centro America va in visita a Contarina

L’azienda trevigiana è stata scelta dall’Organizzazione Internazionale Italo-Latino Americana - IILA e Globe Italia come esempio nazionale per la gestione sostenibile dei rifiuti

Il forum “Economia circolare e Città Verdi” fa tappa a Treviso: giovedì una delegazione di Ambasciatori di Cuba, Nicaragua e Panama ha visitato il polo impiantistico di Contarina a Spresiano. Un incontro di rilievo organizzato nell’ambito del progetto “Economia circolare e Città Verdi”, organizzato da IILA - Organizzazione Internazionale Italo-Latino Americana e Globe Italia, in collaborazione con Fondazione Symbola e finanziato dalla Cooperazione italiana allo Sviluppo, per valorizzare le eccellenze italiane e latinoamericane in tema di sostenibilità urbana ed economia circolare.

Durante la visita, gli ambasciatori accompagnati da María Florencia Paoloni segretario tecnico-scientifico di IILA e dai rappresentanti di Globe Italia e Fondazione Symbola, hanno potuto conoscere l’esperienza di Contarina e dei Comuni associati al Consiglio di Bacino Priula, che rappresenta un caso unico in Italia: 49 Comuni che hanno fatto proprio il principio di unitarietà, gestendo la raccolta dei rifiuti con lo stesso standard di servizio e le stesse tariffe, attuando politiche territoriali condivise per la sostenibilità e la salvaguardia dell’ambiente. Commenta così la visita il Presidente di Contarina spa Sergio Baldin: “Siamo orgogliosi che Contarina sia stata scelta, tra le varie realtà presenti nel nostro Paese, come riferimento a livello nazionale di gestione sostenibile dei rifiuti. Siamo lieti di condividere l’esperienza che il nostro territorio ha maturato da oltre 30 anni nel settore dei rifiuti, per gestirli in maniera sostenibile e con responsabilità verso la comunità e le prossime generazioni".

“Essere qui in provincia di Treviso – commenta Federico Girolamo Lioy di Globe Italia – per una visita tecnica sul campo assieme ad un’importante delegazione di Ambasciatori di Cuba, Nicaragua e Panama è motivo di interesse e orgoglio. Contarina è un'eccellenza tutta italiana nella gestione dei rifiuti che ha peraltro caratteristiche uniche in termini di efficacia, costi al cittadino, risultati e flessibilità. Il vostro è veramente un modello di alto valore imprenditoriale e sociale, sicuramente compatibile con i contesti più avanzati del Latino-America”.

“Non potevamo incontrare un partner migliore di Contarina per approfondire uno dei temi centrali dell’economia circolare e dello sviluppo urbano sostenibile: la gestione integrale e sostenibile dei rifiuti. Quando parliamo di Economia Circolare sappiamo infatti che è indispensabile anche costruire un sistema di gestione sostenibile dei rifiuti, basato su raccolta differenziata e riciclo dei materiali, che soddisfi le esigenze dei cittadini, tuteli l’ambiente e contribuisca allo sviluppo economico. E’ attorno a questi obiettivi essenziali che ruota il Progetto IILA, “Economia circolare e Città Verdi” che si propone di incentivare la transizione urbana sostenibile e a misura d’uomo delle città latinoamericane. L’America latina sta affrontando con coraggio e determinazione la sfida dello sviluppo urbano sostenibile: molti paesi della regione stanno infatti compiendo scelte innovative in questa direzione e sono estremamente interessati a condividere modelli di successo che possano ispirare le politiche pubbliche post pandemia. La presenza - purtroppo contingentata a causa delle restrizioni sanitarie - di alcuni dei Delegati dell’IILA, gli Ambasciatori di Cuba, Nicaragua e Panama, conferma la volontà di costruire un cammino italo-latinoamericano verso città intelligenti e di promuovere un'agenda regionale comune su economia circolare e città verdi, contribuendo così all’attuazione dell'Agenda 2030 e dell'Accordo di Parigi”, ha commentato il Segretario Generale di IILA, Antonella Cavallari.

L’impegno di IILA per la sostenibilità ambientale è quanto mai essenziale ed è un impegno condiviso da tutti i suoi Paesi membri. Un'azione che in questo progetto Globe Italia sostiene all'interno del forum “Economia circolare e Città Verdi” animato con Fondazione Symbola. Con l’accelerazione dell’urbanizzazione, infatti, le città danno forma e contenuto alla nuova agenda globale, affrontando alcune delle più grandi sfide per il futuro dell’umanità, inclusa la lotta al cambiamento climatico. Se da un lato le aree urbane svolgono un ruolo cruciale nel promuovere le dinamiche di innovazione, offrendo le più ampie opportunità per le imprese e le persone; esse oggi rappresentano il contesto più problematico per qualità della vita, sostenibilità ambientale, salute e inclusione sociale specie nella ripartenza dalla pandemia.

All’incontro hanno partecipato anche il Direttore del Consiglio di Bacino Priula Paolo Contò, il Sindaco di Preganziol Paolo Galeano, componente del Comitato di Bacino Priula e il Sindaco di Spresiano Marco Della Pietra. 

visita-3

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento