menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Franchin e Calmasini

Franchin e Calmasini

L’agglomerato di Treviso in classe A. Firmato protocollo tra sindaci, associazioni artigiani e ambientaliste

La firma del protocollo è il primo passo di un lavoro che nell'immediato futuro e con tutti gli aggiustamenti del caso metterà in atto alcune azioni come il primo inventario annuale degli edifici in classe A

TREVISO Venerdì mattina presso la sede municipale di Palazzo Rinaldi si è tenuto un workshop in occasione dell’Energy day che quest’anno ha per tema: “L’agglomerato di Treviso in classe A”. A conclusione del workshop, 12 tra Sindaci, Presidenti di Associazioni Artigiani e di Associazioni ambientaliste hanno firmato un innovativo protocollo che unisce le Amministrazioni e portatori di interesse dell’Agglomerato di Treviso. Si tratta dei comuni di Carbonera, Sindaco Gabriele Mattiozzo, Casier, Assessore Paolo Calmasini, Mogliano Veneto, Assessore all’Ambiente Oscar Mancini, Roncade, Assessore Gilberto Daniel, Ponzano Veneto, Sindaco Monia Bianchin, Villorba, (sottoscrive le premesse) vicesindaco Giacinto Bonan, Ordine Ingegneri Treviso, consigliere Luigino Scomparin, Sogesca srl, project manager Federico De Filippi, CNA Treviso, Presidente Tiziano Bianchin, Territorialisti Veneti, (sottoscrive le premesse) coordinatore Angelo Marino, Energoclub onlus, presidente Gianfranco Padovan.

Nel sottoscrivere il protocollo di intesa Enti locali  e gli stakeholders dichiarano di condividere la visione di un futuro sostenibile per affrontare insieme le sfide poste dai temi ambientali. Lo stato dell’ambiente richiede interventi coordinati su un territorio il più vasto possibile. Per queste ragioni i sottoscrittori si fanno portavoce dei 250.000 cittadini che compongono l’agglomerato di Treviso. “Bisogna contare su una forte massa critica - dichiara l’Assessore all’ambiente di Treviso Luciano Franchin -  perché solo in questo modo i vari provvedimenti potranno ottenere quella efficacia che cittadini si aspettano. E’ importante l’adesione delle Associazioni di categoria e degli Ordini Professionali: essi costituiscono l’anello di congiunzione tra le linee strategiche indicate dalle Amministrazioni e i cittadini che vogliono migliorare l’efficienza energetica delle abitazioni, delle industrie e dei mezzi di trasporto”.

La firma del protocollo è il primo passo di un lavoro che nell’immediato futuro e con tutti gli aggiustamenti del caso metterà in atto alcune azioni come il primo inventario annuale degli edifici in classe A, da pubblicare sui siti internet dei firmatari, così da avere chiaro lo stato dell’arte in tema di efficientamento energetico. Il secondo passo sarà quello di elaborare in modo unitario le migliori strategie per ottenere la minimizzazione dei rifiuti solidi, liquidi e gassosi. Non va infine dimenticato che un agglomerato con una popolazione di 250.000 abitanti ha sicuramente una forza importante per accedere ai finanziamenti europei, cosa che risulterebbe assai difficile invece per i singoli Comuni o per iniziative isolate.

foto-24

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Notizie

Bollo auto 2021: il Veneto proroga la scadenza

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Tragico schianto in moto, muore dopo due giorni di agonia

  • Attualità

    Malore dopo la vaccinazione, 57enne ricoverato in ospedale

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento