Provincia di Treviso: cresce l’interesse degli studenti per il risparmio energetico

L'iniziativa è promossa nell'ambito del Progetto di cooperazione Italia-Slovenia "EnergyVillab" di coinvolgimento e sensibilizzazione sul tema del risparmio energetico e delle fonti di energia rinnovabile per uno sviluppo ecosostenibile.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

E' in crescita, tra gli studenti delle scuole superiori della Provincia di Treviso, l'interesse per la tutela ambientale e il risparmio energetico. Lo rivelano i dati relativi alla partecipazione alla "Green Schools Competition", un concorso a premi giunto alla seconda edizione e che offre riconoscimenti, anche economici, ai progetti migliori realizzati dagli istituti scolastici. In base all'ultima rilevazione, infatti, quest'anno risultano 26 istituti iscritti alla competizione su un totale di 41 presenti sul territorio provinciale e sono in aumento le attività portate avanti nel corso dell'anno scolastico: tra le venti scuole che hanno risposto al questionario, 14 hanno segnalato la realizzazione di un cortometraggio su tematiche eco sostenibili, 12 la realizzazione di un'idea o un'invenzione in termini di sostenibilità ambientale, 15 la creazione di una pagina web dedicata al Progetto, 10 la condivisione di spazi con altri istituti ai fini del risparmio energetico, 17 l'attuazione di attività formative ("Eco lezioni"), 14 la realizzazione di acquisti "verdi", 17 la promozione di iniziative per la riduzione dei consumi energetici e/o termici e, infine, la totalità di 20 scuole ha dichiarato di effettuare attività di monitoraggio e letture dei contatori elettrici.

La "Green Schools Competition" è promossa dalla Provincia di Treviso, da sempre sensibile sul tema della tutela ambientale e impegnata sul fronte dell'efficienza energetica, nell'ambito del Progetto Transfrontaliero Italia-Slovenia "EnergyViLLab" mirato alla creazione di una rete di Living Lab virtuosi denominata appunto "EnergyViLLAb" (Energy Virtuous Living Lab) ossia laboratori virtuosi nel risparmio energetico e nell'uso di fonti di energia rinnovabili attraverso l'interazione tra soggetti pubblici e privati interessati a sperimentare applicazioni e soluzioni innovative. Il Living Lab della Provincia di Treviso, "Green Schools", ha visto il fattivo coinvolgimento degli Istituti di Istruzione Superiore del territorio con la creazione, in ogni scuola che ha aderito al Progetto, degli Energy Team ossia gruppi di lavoro formati da studenti, insegnanti, dirigenti e personale scolastico per la promozione e attuazione di iniziative di sensibilizzazione sulle tematiche del rispetto ambientale e del corretto utilizzo dell'energia negli edifici e nelle strutture scolastiche.

La scadenza per la presentazione dei progetti di questa edizione della Competizione è prevista per il prossimo 16 giugno, dopodiché si terrà una valutazione da parte di una commissione appositamente istituita e quindi la premiazione, probabilmente ad inizio del nuovo anno scolastico 2014/2015. Nella precedente edizione, 10 scuole sono state premiate dalla Provincia con contributi economici e altre 4 con premi di valore per l'originalità e la qualità dei loro elaborati. La classifica ha visto sul podio al primo posto l'ISIS "Palladio" di Treviso (premio di 4.500,00 euro), al secondo l'IPSIA "Giorgi" sempre di Treviso (3.000,00 euro), al terzo l'ISIS "Cerletti" di Conegliano (2.000,00) euro. Il monte premi complessivo ammontava a 15.000,00 euro ed era una parte del risparmio annuale sulla spesa energetica per l'edilizia scolastica della Provincia ottenuto grazie sia alla diffusione di buone pratiche di risparmio adottate nei singoli istituti, sia agli investimenti dell'Ente nelle fonti di energia rinnovabile. Tali misure hanno già consentito alla Provincia di Treviso di registrare un risparmio energetico di circa il 22%, raggiungendo con largo anticipo gli obiettivi energetici per gli edifici scolastici previsti nella Strategia Europa 2020.

Tra le iniziative attuate nell'ambito del Progetto, hanno ottenuto particolare successo gli incontri che si sono tenuti in ogni Polo scolastico con la partecipazione di professionisti in eco-sostenibilità che si sono confrontati con studenti e insegnanti sulle soluzioni tecniche e costruttive per il risparmio energetico. Inoltre, ulteriori occasioni di confronto e approfondimento sono state rese possibili durante gli eventi organizzati presso la sede della Provincia, tra cui la visita di una delegazione slovena di 35 persone composta da allievi di scuole superiori e insegnanti per uno scambio culturale sul tema del risparmio energetico e la premiazione, lo scorso 7 maggio, delle cinque migliori proposte eco-sostenibili tra quelle avanzate dai 750 studenti delle scuole superiori che hanno partecipato ad un sondaggio telematico individuale promosso dall'Ente. L'Istituto che maggiormente si è distinto per l'elevata partecipazione è stato l'ITES "Riccati-Luzzatti" con 574 studenti che hanno risposto al questionario, seguito dall'ITST "Giuseppe Mazzotti" con 54 e l'IPSIA "Giorgi-Fermi" con 52 partecipanti. Le cinque idee migliori riguardano l'ideazione di una campagna di informazione per sensibilizzare i cittadini sulle modalità di risparmio energetico e di riduzione delle emissioni di CO2, l'adozione di un codice etico, la promozione del volontariato ambientale, ma anche l'organizzazione di iniziative e concorsi per stimolare la partecipazione attiva di tutta la popolazione. In occasione dell'evento, i rappresentanti di alcune Scuole Superiori hanno anche illustrato le attività portate avanti nell'ambito del Progetto EnergyViLLab. Ulteriori informazioni sono reperibili sul sito www.100scuole.it

I più letti
Torna su
TrevisoToday è in caricamento