menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una delle vie interessate dai lavori

Una delle vie interessate dai lavori

Ponte di Piave, prendono il via i lavori di estensione dell'illuminazione pubblica

Il sindaco Paola Roma: «Mettere in sicurezza le vie del paese è uno dei principali obiettivi dell'Amministrazione comunale»

Iniziano lunedì 25 maggio i lavori di estensione della pubblica illuminazione in alcune strade comunali di Ponte di Piave. L’Amministrazione comunale continua così l’opera di messa in sicurezza delle strade cittadine con una serie di interventi programmati ed approvati nel mese di dicembre 2019. «Mettere in sicurezza le vie del paese - ha dichiarato il sindaco Paola Roma - è uno dei principali obiettivi dell'Amministrazione comunale che ha individuato gli interventi nelle frazioni e nel capoluogo grazie alla collaborazione con i cittadini. I nuovi corpi illuminanti verrano installati successivamente in altre zone del territorio comunale, andando così a mettere in sicurezza la pista ciclabile di via San Romano, la cui realizzazione costitisce non solo un collegamento ma una opportunità di sviluppo eco sostenibile tra aree di pregio ambientale e culturale».

«Nello specifico – ha dichiarato l’Assessore Matteo Buso - l'estensione della pubblica illuminazione riguarda via San Romano e via Peschiere a Negrisia. L’importo totale dell’opera ammonta a 70 mila euro ed è finanziato grazie al Consorzio BIM Piave che ha previsto nel bilancio 2019 l’erogazione ai Comuni di contributi per interventi di realizzazione di opere pubbliche. I lavori  di estensione rientrano poi nel piano decennale di efficientamento energetico approvato dall’Amministrazione comunale e gestito dalla società Eurogroup: al termine di tale periodo il territorio comunale potrà contare su un sistema di impianti di pubblica illuminazione a norma, mentre l’Amministrazione Comunale sosterrà solamente i costi energetici ridotti liberando risorse per altri investimenti. Nel ringraziare la ditta appaltatrice, e le maestranze impegnate nel cantiere, ci scusiamo fin d’ora per gli eventuali disagi che potrebbero venirsi a creare durante l’esecuzione degli interventi».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Con un "gratta e vinci" da 5 euro ne vince 500mila

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Aeroporto Canova: «Traffico illecito di 127mila euro prima della chiusura»

  • Incidenti stradali

    Scontro tra due auto, una finisce nel fosso: guidatori in ospedale

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento