Sole Luna – Un ponte tra le culture: “Bring the Sun home” riceve in Senato il premio speciale Rinnovabili.it

Premiati in senato i due registi veneti Chiara Andrich e Giovanni Pellegrini per il documentario "Bring the sun home"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

COMUNICATO STAMPA

Sole Luna - Un ponte tra le culture: "Bring the sun home"

riceve il Premio Speciale Rinnovabili.it

in occasione del Cetri Educational Awards al Senato della Repubblica.

Roma, 15 marzo 2016

Ancora un riconoscimento per il documentario Bring The Sun Home. Dopo l'esordio alla 66a edizione del festival del Film di Locarno e svariati premi in festival internazionali tra cui il Human Rights Film Festival di San Sebastian, l' Environment Film Festival di Melbourne in Australia, il Festival Visioni Italiane della Cineteca di Bologna, l'Euganea Film Festival e il Film Festival della Lessinia, il documentario di Chiara Andrich e Giovanni Pellegrini riceve il Premio Speciale Rinnovabili.it, assegnato durante l'edizione 2016 dei CETRI Educational Awards svoltasi presso la sala Koch del Senato della Repubblica.

L'associazione CETRI-TIRES premia ogni anno progetti legati alla sostenibilità ambientale e quest'anno il film di Chiara Andrich e Giovanni Pellegrini si è aggiudicato il Premio Speciale Rinnovabili.it. Il riconoscimento nasce con l'obiettivo di valorizzare uno degli aspetti che da sempre al centro della mission del quotidiano, ovvero la capacità di adottare strumenti innovativi e nuovi linguaggi per diffondere la comunicazione ambientale.

Il documentario Bring the sun home, prodotto dall'associazione "Sole Luna - Un Ponte Tra Le Culture" ed ispirato ad un progetto di social responsability di Enel Green Power, racconta l'esperienza di alcune donne provenienti da sperdute zone rurali e isolate dell'America del Sud, che partono dai loro villaggi e studiano per sei mesi in India presso la ONG Barefoot College per diventare vere e proprie "ingegneri solari", in grado di portare luce ed energia pulita nelle proprie comunità.

In questa "università per i poveri del mondo" di Tilonia, nel Rajasthan, ogni sei mesi arrivano circa 40 donne, spesso nonne e analfabete, selezionate dallo stesso fondatore del Barefoot College, Bunker Roy. Durante la loro permanenza queste donne, si misurano con difficoltà di tutti i tipi, la mancanza di una lingua comune, l'adattamento culturale e la lontananza con la propria famiglia. Sono tuttavia consapevoli dell'opportunità che viene data loro e che vivono come una missione nei confronti delle loro comunità. Superano così ogni difficoltà e piano piano imparano a costruire un kit solare fatto di un pannello e alcune luci LED.

Non passa in secondo piano l'emancipazione conquistata attraverso il "sapere" da queste splendide protagoniste che, come dice Bunker Roy, "partono dai loro villaggi come agnelli smarriti e tornano a casa come tigri del Bengala". Infatti, al ritorno nelle loro comunità, diventano un punto di riferimento nei loro villaggi, detentrici di competenze spesso appannaggio solo degli uomini.

All'evento, che si è aperto con l'indirizzo di saluto del Presidente del Senato Grasso, erano presenti il Coordinatore nazionale dell'attività di Educational del CETRI-TIRES Antonio Rancati; Angelo Raffaele Consoli, Direttore europeo Ufficio di Jeremy Rifkin; Federica Angelantoni, CEO Archimede Solar Energy; Federico Incerpi, ideatore Pinocchio 2020; Vanessa Benelli Mosell, famosa giovane pianista internazionale; Mauro Spagnolo, direttore di Rinnovabili.it.

"Con il nostro premio - spiega il direttore Mauro Spagnolo - abbiamo voluto valorizzare il ruolo fondamentale dell'informazione ambientale nel processo di decarbonizazzione del pianeta. Solo la consapevolezza dei cittadini sulle reali condizioni di salute della Terra può sostenere la profonda rivoluzione economica, sociale e culturale che già stiamo vivendo".

Torna su
TrevisoToday è in caricamento