menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Nella foto partendo da sinistra: Ferdinando Menuzzo (Presidente e Direttore Finanziario), Angelo Menuzzo (Mentore), Paolo Bacchin (Vice Presidente e Amministratore Delegato) e Corrado Roncaglia (Direttore R&D Elettronica)

Nella foto partendo da sinistra: Ferdinando Menuzzo (Presidente e Direttore Finanziario), Angelo Menuzzo (Mentore), Paolo Bacchin (Vice Presidente e Amministratore Delegato) e Corrado Roncaglia (Direttore R&D Elettronica)

L'azienda Face vince l’R+T Innovation Award con un nuovo prodotto ecosostenibile

Premiata l’innovazione tecnologica che permette di eliminare i dispositivi al piombo, guadagnando in sostenibilità e in durata

Nuovo successo internazionale per la Face S.r.l. di Dosson di Casier, giovane azienda fortemente radicata nel territorio, specializzata nella progettazione, produzione e vendita in oltre 40 Paesi nel mondo di automazioni per porte automatiche per ospedali, centri commerciali, supermercati, banche, aeroporti.  A inizio settimana è arrivata la conferma di aver vinto per la seconda volta l’R+T Innovation Award 2021 a Stoccarda (Germania) dove hanno la loro sede i più grandi produttori al mondo di porte automatiche.

Face è stata fondata nel 2012 da un team di specialisti in porte automatiche, già con l’obiettivo di accompagnare la sostenibilità anche in questo campo, offrendo al mercato una nuova generazione di automazioni eco – compatibili.  Fin dall’inizio, l’azienda utilizza esclusivamente motori brushless in presa diretta di propria progettazione, ben più efficienti nei consumi di energia. Continua poi ad investire in nuove soluzioni  che puntano a ridurre sempre più l’impatto ambientale, con l’efficienza energetica e la scelta di componenti riciclabili e di lunga durata per ridurre la produzione di scarti.

A Stoccarda Face ha ricevuto l’R+T Innovation Award 2021 per aver inventato, ancora una volta per primi, una nuova serie di dispositivi per l’apertura automatica in caso di emergenza/mancanza di alimentazione, utilizzando la tecnologia SuperCapacitor che permette di eliminare i tradizionali dispositivi a batterie al piombo utilizzati da tutti gli altri produttori. “E’ noto che queste batterie sono considerate un rifiuto tossico/pericoloso che ha un forte impatto ambientale e alti costi di smaltimento – spiega il Presidente di Face Ferdinando Menuzzo - Si calcola che ogni anno in Europa vengano utilizzate circa 375.000 batterie per le automazioni. La vita dei SuperCapacitor è infatti 6,7 volte più lunga, circa 20 anni rispetto ai tre delle batterie al piombo. Con questa  nostra invenzione, la tecnologia SuperCapacitor Face, potrebbero essere progressivamente ridotte a zero con grande beneficio ambientale con anche un significativo risparmio sui costi di manutenzione”  


“E’ un premio – dichiarano Ferdinando Menuzzo, con il padre Angelo e il Vicepresidente e AD Paolo Bacchin – che vorremmo dedicare al nostro territorio e alle sue aziende, che anche nella piccola dimensione sanno esprimere qualità di valore internazionale. Un messaggio di fiducia in noi stessi e nelle nostre capacità, che spesso non conosciamo adeguatamente, anche in un momento storico dove purtroppo prevalgono le notizie negative nella vita delle persone, nella società e nell’economia. Noi stiamo lottando con passione e determinazione e siamo certi che con questi valori insieme ce la faremo”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Amazon, due nuovi depositi di smistamento nella Marca

Auto e moto

Cambio gomme invernali: scatta l'obbligo di montare le estive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento