Agricoltura, nasce il gruppo operativo a difesa delle api venete

Si chiamerà BeeOShield e sarà presentato giovedì 28 novembre ad Agripolis. Uno scudo protettivo a tutela di una specie sempre più a rischio nel corso degli ultimi anni

Nasce il gruppo operativo BeeOShield a difesa delle api e la capofila è un’azienda agricola di Ponzano Veneto che alleva insetti. Si tratta di Smartbugs società agricola che cominciò come start up inventandosi dei kit di allevamento di bachi da seta e farfalle. Il nuovo gruppo operativo Bee Shield, che nasce per essere un vero scudo protettivo per le api, nasce su iniziativa finanziata dal programma di sviluppo rurale per il Veneto grazie alla Regione e all’organismo responsabile dell’informazione Impresa Verde Treviso e Belluno, realtà collegata a Coldiretti Treviso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Giovedì 28 novembre, alle ore 14.30, a Legnaro, presso l’aula magna del Complesso Agripolis si svolgerà la presentazione di “BeeOShield: un’innovativa difesa biomolecolare contro i parassiti delle api”. I relatori saranno: a Morena Umana, Impresa Verde Treviso-Belluno srl spetta l’Introduzione e la presentazione del gruppo operativo (GO) BeeOShield. Franco Mutinelli, Istituto Zooprofilattico delle Venezie, interverrà su Situazione sanitaria degli alveari: stato dell’arte e principali problematiche. Stefano Dal Colle, APAT Apicoltori in Veneto affonterà il tema dell’Organismo ape, principali problematiche ed esigenze degli apicoltori. Emanuele Rigato, Smart Bugs analizzerà il tema RNA interference, una nuova opportunità per aiutare le api. Anna Granato, Istituto Zooprofilattico delle Venezie, su Il Progetto BeeOShield I : piano sperimentale, attività sul campo, analisi e risultati attesi. Francesca Bortolin, Dipartimento di Biologia dell’Università degli Studi di Padova, su Il Progetto BeeOShield II: aspetti molecolari, scelta dei target genetici, analisi e risultati attesi. Mattia Gambalunga, Smart Bugs, presenterà il sito web, social e comunicazione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Smart contro un camion: muore 32enne, l'amica alla guida non aveva la patente

  • Superenalotto, doppia vincita nel weekend in provincia di Treviso

  • Azienda trevigiana investe 2mila euro a dipendente per corsi e viaggi all'estero

  • Con lo scooter contro un'auto, muore noto albergatore jesolano

  • Monfumo, Cornuda e Pederobba: raffica di allagamenti, strade come fiumi

  • Una folla commossa per dare l'ultimo saluto al piccolo Tommaso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento