Sabato, 12 Giugno 2021
life

La Regione Veneto e la Provincia di Treviso parteciperanno all' “Ora della Terra”

"Nei nostri edifici, sia quelli pubblici che quelli scolastici, abbiamo ottenuto un risparmio del 20% grazie alle politiche energetiche" commenta il presidente della Provincia di Treviso Muraro

Foto da www.greenme.it

TREVISO Anche quest’anno la giunta regionale, su proposta dell’assessore all’energia e allo sviluppo economico Roberto Marcato, ha adottato il provvedimento di adesione all’evento internazionale “Ora della Terra” , giunto alla sua decima edizione, nato in Australia con obiettivo di sensibilizzare la popolazione sulla necessità di mettere in atto comportamenti e politiche di mitigazione dei cambiamenti climatici, risparmio energetico e riduzione dell’inquinamento luminoso.

“L'adesione all'iniziativa, che sarà realizzata in collaborazione con il WWF – fa presente Marcato - si concretizzerà in un gesto semplice ma visibile come quello di spegnere la luce per un'ora, dalle 20.30 alle 21.30, attraverso tutti i fusi orari, dal Pacifico alle coste atlantiche, nel giorno stabilito ossia il 19 marzo 2016. Il risparmio energetico legato a tale gesto e le relative minori emissioni di anidride carbonica, il principale dei "gas serra", sono del tutto simboliche ma hanno lo scopo di sollevare l'attenzione sul tema dei cambiamenti climatici e dell'uso razionale dell'energia”.

Per questa decima edizione è stato ideato un messaggio che valorizza il ruolo centrale delle persone: “Per il clima spegni le luci ed accendi il cambiamento: insieme è possibile”. “La Regione parteciperà quindi all’iniziativa “Ora della Terra” - aggiunge Marcato - con lo spegnimento simbolico delle luci delle sedi della Giunta Regionale del Veneto ubicate nel centro storico di Venezia e in altri immobili di proprietà regionale: Villa Contarini di Piazzola sul Brenta e Mastio Federiciano sul colle della Rocca di Monselice”.

Poiché quella in tema di cambiamenti climatici è una sfida globale che riguarda tutto il pianeta e richiede l’impegno e l’attenzione di tutti, l’assessore Marcato ha rivolto un invito ad aderire all’iniziativa a imprese, enti locali, organizzazioni, singoli cittadini, sottolineando come il successo dell'evento dipenda da una partecipazione convinta e numerosa.

I cambiamenti climatici e  l'uso più razionale dell'energia sono tematiche che riguardano il nostro pianeta e l'attenzione di tutti noi. Per questo motivo la Provincia di Treviso promuove l’iniziativa per richiamare l'attenzione sul risparmio energetico e sull'inquinamento luminoso e soprattutto, invita ai cittadini ad aderire.

“Un appello a tutti i cittadini trevigiani di seguire questa piccola iniziativa, sembra poco ma sensibilizzare è importantissimo e già lo facciamo con M’Illumino di meno – ha detto Leonardo Muraro, presidente della Provincia di Treviso – ricordo che abbiamo da sempre in atto politiche ambientali per salvaguardare il territorio, contribuire al risparmio energetico e alla riduzione del consumo. Nei nostri edifici, sia quelli pubblici che quelli scolastici, abbiamo ottenuto un risparmio del 20% grazie alle politiche energetiche, il Sant’Artemio è fotovoltaico e anche bandi come quello della sostituzione degli impianti termici hanno contribuito molto. Ma possiamo fare ancora di più”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Regione Veneto e la Provincia di Treviso parteciperanno all' “Ora della Terra”

TrevisoToday è in caricamento