menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Alcuni ragazzi di SmartBugs prima di una fiera (Foto Facebook)

Alcuni ragazzi di SmartBugs prima di una fiera (Foto Facebook)

SmartBugs: la startup trevigiana dedicata alla "insect farm" continua a crescere

Tutto è nato dall'idea di due giovani di Ponzano, il Dott. Pier Paolo Poli e il Dott. Emanuele Rigato. In un anno hanno venduto online migliaia di "MacaKit" per l'allevamento di farfalle

PONZANO VENETO L'allevamento di bachi e farfalle per riscoprire la filiera veneta della seta. Questo l'obiettivo di una delle start-up trevigiane che ormai da mesi sta ottenendo un grande successo nazionale, forse inizialmente inaspettato. Si tratta nello specifico di "Smart Bugs" con sede a Ponzano Veneto, una piccola azienda completamente dedicata al "green" e fondata da due biologi under 30, i dottori Pier Paolo Poli (30anni) ed Emanuele Rigato (27anni), che hanno ideato il primo kit al mondo per l'allevamento delle farfalle Macaone, il cosiddetto "Macakit" dal costo economico di soli 23euro. L'obiettivo del progetto ideato dai due giovani è quello riportare le farfalle nelle città, sensibilizzando la persone sul loro fondamentale ruolo di impollinatrici.

Molti trevigiani avranno sicuramente conosciuto la start-up all'ultima Fiera4Passi al Parco del Sant'Artemio, ma è soprattutto sul mercato online che si concentra la produzione di SmartBugs, tanto che in poco tempo ha iniziato a ricevere ordini da tutta Italia, sia da scuole che da privati appassionati del settore. "Siamo una giovane e dinamica azienda in continua evoluzione. Crediamo che ogni uomo sia il primo custode dell’ambiente in cui vive. Al momento di iniziare questa nuova attività abbiamo deciso che l’attenzione all’ambiente e l’eco-sostenibilità dovevano essere elementi fondanti dell’attività stessa. Siamo infatti convinti che ai nostri giorni gli insetti debbano essere valutati come una risorsa e non come un “problema” da risolvere: sono stati tra i primi colonizzatori delle terre emerse ed oggi rappresentano l’83% delle specie animali del nostro pianeta. In futuro saranno un’essenziale fonte di proteine per l’alimentazione umana. La conoscenza dei loro cicli vitali e dei metodi di allevamento è quindi fondamentale per riuscire a cogliere tutte le loro potenzialità".

Ecco allora che a Ponzano si possono trovare in primis i bachi da seta, ricercatissimi come cibo vivo per i rettili in quanto ricchi di molte proprietà nutrizionali benefiche. Grazie alla tecnologia acquisita dalla ricerca aziendale, SmartBugs è il primo allevamento in Italia a garantire una produzione continuativa di bachi con l'utilizzo di un'alimentazione sostitutiva alla foglia di gelso. Altra specie presente è quella generale delle farfalle per la didattica e per attività di urban ecology, oltre che per rilasci coreografici (butterfly-release) nel corso di feste ed eventi. Nello specifico si tratta di: Cavolaia maggiore, Vanesse e Macaone, tutte allevate con tecniche all'avanguardia e nel pieno rispetto delle loro esigenze biologiche. Da segnalare inoltre l'allevamento di grilli, tarme da farina e mosche soldato che vengono utilizzate come cibo vivo per rettili, uccelli ed esche per la pesca. Sono infatti particolarmente ricche di calcio, soprattutto nello stadio di prepupa nel quale assumono un colore nero, e poi possiedono le stesse abitudini della mosca domestica, non sono quindi moleste né pericolose per la sanità pubblica.

L'attività di SmartBugs non si ferma però al mero allevamento: "La nostra azienda punta agli insetti non tanto come nemici da combattere, ma come risorsa da utilizzare in modo intelligente in ambito zootecnico, ecologico e perfino alimentare. Oltre ad allevare insetti, colaboriamo difatti per attività didattiche con le scuole, le università e con altre istituzioni per attività di ricerca. Inoltre è da notare come gli insetti non solo si trovano in natura, ma sono anche spesso coinvolti nella nostra economia, di solito a nostra insaputa. Per esempio è stato calcolato che gli insetti beneficiano l'economia USA per ben 57miliardi di dollari l'anno". A questo punto non resta che continuare a scoprire la bellezza delle farfalle e aiutare contemporaneamente la natura a fare il suo corso!

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Aziende

Migliori parrucchieri d'Italia: ecco i trevigiani al top

Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Attualità

A Pederobba è il giorno del taglio del nastro per il nuovo IperTosano

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento