mobilità

Scoprire Asolo in sella alla bicicletta: arriva il bike sharing

Postazioni in centro, applicazioni per conoscere la disponibilità dei mezzi, postazioni per le ricariche. Un progetto da 49mila euro

ASOLO Un nuovo modo di vivere gli spazi della Città, di scoprirne i “centorizzonti” , che garantisce benefici rispetto alla qualità dell’aria e al tempo stesso alla qualità della vita. Il Comune di Asolo punta sul bike sharing, per far scoprire le bellezze del territorio anche in sella alla bici. Il progetto nasce dalla volontà di fornire una risposta alle sempre più frequenti domande di mobilità alternativa sostenibile.

Il bike sharing rappresenta una valida offerta turistica: distribuendo le tessere ai turisti in vacanza presso la nostra città, è possibile fornire un comodo e divertente mezzo di spostamento, dimostrando attenzione per l’ambiente e per la mobilità alternativa.

Il primo modulo del sistema “bike sharing” prevede il posizionamento in Centro Storico di un ciclo posteggio per 9 biciclette elettriche, la fornitura delle prime 5 biciclette elettriche a pedalata assistita, alimentato da panelli fotovoltaici e con sistema di videosorveglianza. La fornitura di tessere elettroniche, fornitura e installazione di una “stazione di ricarica” con panelli fotovoltaici che sarà collocata presso il Maglio di Pagnano (punto di arrivo/partenza del Sentiero degli Ezzelini), applicazione per smartphone per visualizzazione bici disponibili, posti liberi e localizzazione.

Su una spesa prevista di 49 mila euro, il contributo Regionale ne coprirà 39 mila. Questo è il primo step del progetto che  prevede, da una parta l’implementazione del servizio nel Comune di Asolo, e dall’altra lo sviluppo di questa modalità di mobilità sostenibile in altri Comuni della Pedemontana e dell’Asolano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoprire Asolo in sella alla bicicletta: arriva il bike sharing

TrevisoToday è in caricamento