menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Controllo delle emissioni delle auto: un portale per essere più sicuri

Trevisocarmobility, il sito lanciato dagli artigiani e pensato per gli esperti del settore che devono rimanere aggiornati sulle novità

TREVISO Dopo lo scandalo delle emissioni truccate negli USA per l’omologazione dei veicoli della Volkswagen torna alla ribalta il problema dei controlli delle emissioni delle automobili che in Italia sono obbligatori e si effettuano presso i centri di revisione dopo 4 anni dalla messa in strada dell’auto nuova e poi ogni 2 anni. In provincia di Treviso l’efficienza ecologica e la sicurezza stradale dei veicoli viene garantita da 155 centri revisione autorizzati dalla Motorizzazione Civile, che hanno sede per il 75% presso autofficine e consorzi artigiani. Nel 2014 sono state controllate presso questi centri 255.000 automobili. Non solo, l’attività di riparazione e manutenzione dell’auto che si rende particolarmente delicata con l’approssimarsi della scadenza della revisione, coinvolge nella Marca 670 autofficine artigiane (meccatronici) che danno lavoro a circa 3.000 addetti. 

Da quest’anno, con l’obiettivo di migliorare sicurezza ed ecologia del parco circolante e scoraggiare i comportamenti elusivi dei controlli durante le operazioni di revisione, il Ministero dei Trasporti  ha introdotto l’uso di nuove strumentazioni, software  e procedure  molto restrittive rispetto alle precedenti. Su tutte l’obbligo per i centri revisione di dotarsi di una telecamera che monitora costantemente l’auto presente nella linea di revisione e il controllo “on line” da parte della Motorizzazione Civile dei risultati delle prove di revisione eseguite dai responsabili tecnici.  “Le nuove  regole – precisa Severino Dal Bo, presidente degli autoriparatori di Confartigianato Marca Trevigiana - impongono all'automobilista un diverso approccio al servizio di revisione periodica. Eseguire controlli costanti e soprattutto, sottoporre l'auto ai test di pre-revisione, aumenteranno le probabilità di superamento senza intoppi della prova finale e permetteranno di essere alla guida di un’auto sicura, efficiente e rispettosa dell’ambiente. 

Per supportare e consentire alle  autofficine e ai centri revisione di offrire un elevato livello di sicurezza e qualità dei servizi di controllo periodico e di riparazione dell’auto gli autoriparatori di Confartigianato Marca Trevigiana hanno creato il portale www.trevisocarmobility.it, uno strumento informatico di lavoro, creato  per assistere, informare e formare l'autoriparatore artigiano sulle nuove tecnologie applicate all'auto e sulla gestione professionale dell'autofficina/carrozzeria, attraverso la logica associativa della rete territoriale. Tutti i servizi disponibili nell'area “fare rete”  sono presenti in un unico software integrato che consente al centro revisione e all'autoriparatore di ricercare, comunicare e condividere informazioni e conoscenze per la riparazione delle auto di tutte le marche in modo semplice e rapido.   

Il  portale - continua Dal Bo – consente agli operatori del settore di migliorare l’approccio alla manutenzione periodica dell’auto evidenziando ai propri clienti i giusti comportamenti da adottare affinché il ricorso all’autofficina avvenga all’insegna della sicurezza, dell’ecologia e del risparmio economico”. Il portale varrà presentato agli addetti ai lavori mercoledì sera, 30 settembre, presso la sede di Confartigianato Castelfranco Veneto, e proseguirà facendo tappa nelle sedi delle associazioni mandamentali:  il 9 ottobre a Treviso, 13 ottobre ad Asolo, 14 ottobre a Conegliano e 22 ottobre ad Oderzo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Notizie

Bollo auto 2021: il Veneto proroga la scadenza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento