rotate-mobile
Green Montebelluna

A Montebelluna boom di richieste per il bonus caldaia: raddoppiati i contributi

Ben 62 le domande arrivate all’Assessorato all’Ecologia che sta seguendo il bando. Di queste 56 sono risultate ammissibili e quindi beneficiarie di un contributo variabile da un minimo di 1.000 € ad un massimo di 4.000 €

Risposta record per la prima edizione del bonus caldaie promosso dall’amministrazione comunale con l’obiettivo di sostenere le famiglie che decidono di sostituire caldaie vetuste con nuovi impianti a elevata efficienza energetica e a ridotte emissioni in atmosfera. L’Amministrazione comunale ha inteso intensificare le azioni previste dal TTZ Tavolo Tecnico Zonale per contrastare le emissioni di sostanze inquinanti in atmosfera. Intervento che, assieme a molte altre iniziative di sensibilizzazione a partire dalle domeniche ecologiche e dai divieti invernali alla circolazione del traffico per auto fino a Euro 4, intende dare una risposta concreta per la salvaguardia dell’ambiente. Questa iniziativa ha avuto una risposta eccezionale, la quale, ha spinto il Comune a più che raddoppiare gli iniziali fondi previsti per il bando. Sono infatti ben 62 le domande pervenute entro il 2 maggio scorso all’Assessorato all’Ecologia che sta seguendo il bando. Di queste, dopo le verifiche puntuali, 56 sono risultate ammissibili e quindi beneficiarie di un contributo variabile da un minimo di 1.000 € ad un massimo di 4.000 € rivolto sia per chi utilizza un impianto autonomo che un impianto condominiale.

Il bando prevedeva infatti la possibilità di chiedere il contributo da parte dei cittadini di abitazioni singole o condominiali che sostituiscono una caldaia installata da almeno 10 anni con una caldaia a condensazione a gas, o con “sistema ibrido” (caldaia a condensazione a gas + pompa di calore ad alta efficienza) o con pompa di calore ad alta efficienza, a servizio dell’impianto termico autonomo o condominiale centralizzato, per il riscaldamento e per l’eventuale produzione di acqua calda sanitaria. Potevano beneficiare del contributo sia gli impianti autonomi che gli impianti centralizzati di condomini. L’entità del contributo diretto varia in base alla tipologia dell’intervento da effettuare ed alla potenza termica utile complessiva dell’impianto installato a partire da un minimo di 1000 euro (per la sostituzione caldaia a gas con nuovo generatore a condensazione a gas di non oltre 35 KW autonomi) ad un massimo di 4.000 euro per sostituzione caldaia a gasolio con pompa di calore ad alta efficienza o con sistema ibrido (caldaia a condensazione a gas + pompa di calore ad alta efficienza) di oltre35 kW* a gasolio (autonomi e condominiali).

Commenta il sindaco di Montebelluna, Adalberto Bordin: «Nell’ambito della strategia green portata avanti dall’Amministrazione comunale abbiamo introdotto questo nuovo bando caldaie che, fin dalla prima edizione, ha evidenziato una grande interesse da parte dei cittadini. Questo bonus è, infatti, un ulteriore intervento che intende dare una risposta concreta in merito alla salvaguardia dell’ambiente, così come lo fanno molte altre iniziative di sensibilizzazione a partire dalle Domeniche ecologiche ai divieti invernali della circolazione del traffico per auto fino a Euro 4. Il risultato ottenuto, e la risposta ricevuta, ci ha spinto a sostenere economicamente tutti i richiedenti portando l’importo originario da 25.000 € a 58.000 € (più del doppio), conferma quanto questa operazione fosse attesa e ci spinge a continuare su questa strada prevedendo già un ulteriore bando per il prossimo anno».

Prosegue il vicesindaco, Claudio Borgia: «In queste settimane gli uffici competenti hanno lavorato sodo per approfondire tutte le 62 richieste pervenute e valutarne i requisiti. Ora che è stata definita la graduatoria che comprende 56 beneficiari, il compito spetta ai singoli richiedenti che dovranno presentare i documenti e la rendicontazione dell’investimento realizzato così da procedere, entro la fine dell’anno, con le singole erogazioni. Vista la mole di beneficiari, ai 25mila euro stanziati originariamente, grazie al sostegno del Sindaco in Giunta, abbiamo concordato di destinare ulteriori 33.500 euro portando il contributo complessivo a 58.500 euro. In questo modo intendiamo soddisfare tutte le richieste, la maggior parte delle quali prevedono un contributo di 1.000 euro che servirà a sostenere tutti quei cittadini che, condividendo la politica del Comune, hanno deciso di efficientare i propri impianti termici».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Montebelluna boom di richieste per il bonus caldaia: raddoppiati i contributi

TrevisoToday è in caricamento