menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Alcuni pesci morti lungo il Rio Serva

Alcuni pesci morti lungo il Rio Serva

Moria di pesci lungo il Rio Serva tra Mogliano e Preganziol

Molteplici le segnalazioni dei cittadini preoccupati per un possibile inquinamento delle acque, ma come dice il sindaco di Mogliano «si tratta solo di un problema di siccità»

Una grave moria di pesci lungo il Rio Serva tra la frazione di Zerman e Preganziol. Questo quanto segnalato negli scorsi giorni da molteplici cittadini preoccupati per le sorti di circa una cinquantina tra pesci siluro e piccole carpe trovati purtroppo senza vita a valle del Terraglio, nel tratto dove sono anche presenti il depuratore e la locale discarica, all’altezza di Villa Napoleon. «Abito qui nel quartiere da ormai 70 anni e mai ho visto una moria così improvvisa di pesci nel rio – racconta un residente – Abbiamo anche notato carcasse di grossi esemplari, tra i 5 e i 10 kg ciascuno. I primi avvistamenti risalgono ancora a giovedì scorso a circa 3/400 metri di distanza dal depuratore, ma è nella giornata di domenica che è scattato il vero e proprio allarme nel dubbio che si potesse trattare di un pericoloso caso di inquinamento, anche perché nell’acqua era visibile della schiuma di provenienza non nota».

Sul posto, una volta ricevute le segnalazioni, nella giornata di lunedì scorso si sono dunque presentati per tutti i rilievi di rito sia i tecnici del Comune di Preganziol che quelli di Mogliano Veneto, oltre agli specialisti dell’Arpav e alla polizia locale moglianese. Ancora non sono stati resi ufficialmente noti i risultati dei campionamenti d’acqua effettuati lungo il rio, ma dai primi test pare che non si tratti fortunatamente di un caso di inquinamento ambientale ma “semplicemente” di una morte naturale causata dalla mancanza di ossigeno nell’acqua.

«Al momento tutti i dati a disposizione degli specialisti dell’Arpav fanno propendere per uno sfortunato episodio dettato dalle attuali condizioni atmosferiche - dichiara il sindaco di Mogliano Veneto, Davide Bortolato – La mancanza costante di precipitazioni ha difatti causato un importante abbassamento delle acque del Rio Serva e questo ha provocato, purtroppo, la moria improvvisa di questa cinquantina di pesci. Un episodio, tra l’altro, simile a quanto già successo in zona lo scorso anno, anche se con un minor numero di vittime. In ogni caso le carcasse sono state subito recuperate e continueremo a monitorare l’intera area, anche se al momento è difficile poter intervenire per risolvere in tempi brevi questa situazione. Ci tengo comunque a precisare che, nonostante quanto accaduto, le acque del Rio Serva sono assolutamente limpide e pulite. Questo per definitivamente rassicurare tutti quei cittadini che si sono rivolti al Comune preoccupati per un possibile inquinamento dell’area».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Amazon, due nuovi depositi di smistamento nella Marca

Auto e moto

Cambio gomme invernali: scatta l'obbligo di montare le estive

Attualità

Malore fatale in piazza: addio al medico-pilota Csaba Gombos

Salute

A Monastier il nuovo hub vaccinale anti-Covid per le aziende venete

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento