rotate-mobile
Green Oderzo

Oderzo sempre più verde: al via il piano per piantare 350 nuovi alberi in due anni

Si parte con 73 nuovi alberi che saranno piantati entro la fine dell'anno. Entro la primavera del 2019 in città dovrebbero però essere 350 gli alberi che verranno messi a dimora

ODERZO Quasi 350 alberi sono quelli che popoleranno il territorio di Oderzo entro il 2019. La Giunta comunale ha approvato nei giorni scorsi il progetto di valorizzazione del patrimonio verde di Oderzo che prevede la piantumazione di 73 alberi entro la fine di quest'anno ed altri 270 tra l'anno prossimo ed il 2019 per un totale d 343 nuove piante.

Nella prima fase del progetto, che si concluderà entro il 2017, saranno valorizzati i viali esistenti ripristinando la continuitá prospettica ricollocando le piante mancanti: 20 esemplari di pioppi cipressini saranno infatti collocati in via Donizzetti – Foro Boario; 19, invece, i tigli che prenderanno posto in via Frassinetti (10), in via Spinè (4), in via Brandolini (3) ed in via Valentigo (2). Saranno poi piantumati 15 cipressi nel parcheggio di via Altinate e 10 lecci (7 in via Battisti, 2 in via Garibaldi ed 1 in via Anafesto). Anche il Parco Ca' Diedo sarà ripopolato con 8 nuovi alberi: 5 carpini bianchi, 2 aceri campestri ed 1 lagestroemia mentre un ontano prenderà posto nella rotatoria di via Simonetti.

Nelle aree ove verranno create delle isole verdi, le essenze saranno varie spaziando da alberature caducifoglie ad essenze da fiore senza dimenticare arbusti o alberi da frutto selvatici per creare oasi per la fauna selvatica. In via dello Scoutismo è già prevista la piantumazione di 55 cipressi cosí da richiamare il viale del cimitero di via Altinate. Sempre in via Altinate sarà ricreato un controviale di cipressi invece dei pioppi abbattuti e 60 esemplari saranno posizionati nella zona della cassa di espansione; 20 nuove piante, fra le quali salici piangenti, saranno piantate nella cassa di espansione di via Città di Pontremoli e altri 20 alberi nell'area del sottopasso di via Magera. Spiega l'assessore all'Urbanistica e al verde pubblico, Vincenzo Artico: “Con l'approvazione del progetto di valorizzazione del patrimonio verde di Oderzo viene fatto un ulteriore passo nell'ambito di un nuovo approccio urbano che abbiamo cercato di introdurre fin dall'inizio del nostro mandato.

Un approccio in linea con gli input sollecitati dagli studenti dell'EMU, European Master in Urbanism dello Iuav di Venezia coinvolti nel laboratorio paesaggistico permanente di Oderzo e coerente anche con il Paes (piano d'azione per l'energia sostenbile), prossimamente presentato per l'approvazione in consiglio comunale, che contempla l'introduzione spazi verdi forestati come strumento per mitigare l'inquinamento atmosferico. Si tratta di un approccio che prevede varie azioni: dall'aggiornamento del piano del traffico con la riduzione degli spazi per le auto e l'aumento delle piste ciclabili alla creazione, appunto, di nuove spazi verdi, di viali che prendano la forma di boulevard in stile parigino, accoglienti, fruibili, suggestivi e gradevoli dal punto di vista urbanistico”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oderzo sempre più verde: al via il piano per piantare 350 nuovi alberi in due anni

TrevisoToday è in caricamento