menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Energia: 25 milioni di euro di investimenti per dodici comuni dell'area della pedemontana veneta

Dodici comuni, di cui undici in provincia di Treviso, hanno condiviso un documento: obiettivo ridurre del 25% le emissioni di anidride carbonica

TREVISO — Dodici comuni della Pedemontana, di cui undici in provincia di Treviso, pronti per investire 25 milioni di euro nel campo dell’energia sostenibile. I territori della pedemontana veneta, infatti, hanno presentato un documento di programmazione condiviso che prevede l’obiettivo di ridurre del 25 per cento le emissioni di anidride carbonica.

Si tratta del “Piano di azione per l’energia sostenibile” (Paes). Con il supporto della Camera di Commercio di Treviso, della Regione Veneto e del Consorzio per lo sviluppo della bioedilizia, si prevedono interventi sulla produzione di energia da fonti rinnovabili e sulla riqualificazione efilizia, oltre che sull’efficientamento.

Il budget, pari a 25 milioni di euro, sarebbe così suddiviso: 12 milioni per la produzione di energia rinnovabile, che dovrebbe incrementare la produzione degli impianti pubblici da 203 a 7.500 mega watt all’anno; due milioni di euro riguardano la pubblica illuminazione e 2, 4 milioni la riqualificazione degli efifici.

I comuni che hanno condiviso il documento sono: Borso del Grappa, Cavaso del Tomba, Castelcucco, Maser, Monfumo, Crespano del Grappa, Paderno del Grappa, Fonte, San Zenone degli Ezzelini, Pederobba, Possagno e Mussolente (Vicenza).
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Attualità

Veneto in zona arancione: cosa si può fare da martedì 6 aprile

Attualità

Covid, l'imprenditore Amir Vettorello muore a 46 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento