Piano anti-zanzare del Comune di Treviso: al via la distribuzione delle pastiglie

A partire da lunedì 11 maggio sarà possibile ritirare le confezioni in via Castello d’Amore

Una maledetta zanzara

A partire da lunedì 11 e fino al 24 maggio, nella sede della Polizia Locale di via Castello d’Amore 2E, nell’ambito del piano di prevenzione e il controllo della zanzara tigre, sarà possibile ritirare le pastiglie antilarvali che l’Amministrazione fornirà gratuitamente ai residenti nel Comune di Treviso. La distribuzione avverrà tutti i giorni, dal lunedì alla domenica, dalle 9 alle 18. Per ricevere le pastiglie destinate ad altra abitazione il cittadino dovrà esibire delega del residente e copia del documento di identità dello stesso.

Per i condomini le pastiglie dovranno essere ritirate dall’amministratore condominiale o da un suo delegato (in questo caso è necessario munirsi di delega da parte dell’amministratore corredata da copia del documento di identità del delegante). Nel rispetto delle misure igienico sanitarie stabilite con Decreti governativi e ordinanze, per evitare assembramenti e garantire ai cittadini il ritiro sarà necessario rispettare il distanziamento sociale di almeno un metro tra individui e obbligatorio l’utilizzo di guanti e mascherine.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ai fini dell’utilizzo delle pastiglie si dovrà seguire scrupolosamente quanto riportato nell’etichetta del prodotto. Inoltre, è stato stabilito con ordinanza sindacale che i cittadini non dovranno abbandonare oggetti e contenitori di qualsiasi natura dove possa raccogliersi acqua piovana, di svuotare giornalmente qualsiasi contenitore e coprire bidoni e cisterne. I proprietari, i detentori o coloro che hanno la responsabilità o l’effettiva disponibilità di scarpate ferroviarie, scarpate e cigli stradali, corsi d’acqua, aree incolte e aree dismesse dovranno mantenerle libere da sterpaglie, rifiuti o altri materiali che possano facilitare il formarsi di raccolte d’acqua. Infine, ai Consorzi, alle Aziende Agricole e zootecniche e a chiunque detenga animali per allevamento verrà chiesto di curare lo stato di efficienza degli impianti idrici allo scopo di evitare raccolte, anche temporanee di acqua stagnante.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'auto si schianta fuori strada: morto un 22enne, due feriti gravi

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Vedelago, travolta e uccisa da un'auto di fronte al marito

  • I 6 piatti trevigiani che non possono mancare sulle tavole d'autunno

  • Auto sbanda e si ribalta, conducente in ospedale: è gravissima

  • Mascherina indossata per troppo tempo, studente si sente male

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento