rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Green Pieve del Grappa

Pieve del Grappa, 1.500 alberi donati da Ascotrade al Comune

Intervento di recupero anche di un’area verde anche nel Comune Vidor. Il nuovo bosco andrà a sostegno del Progetto LIFE Palù QdP, avviato nel 2018 per ridare valore ai Palù del Quartier del Piave, piccoli appezzamenti di prati umidi che rappresentano ecosistemi ad elevatissima biodiversità da proteggere e riqualificare

Ha preso ufficialmente il via l’intervento di forestazione nel Comune di Pieve del Grappa. Sul territorio cittadino, anche per sostenere il recupero di un’area nel Comune di Vidor grazie all’incontro tra il progetto LIFE Palù QdP e la Campagna Mosaico Verde, saranno piantati 1.500 alberi donati da Ascotrade-Gruppo Hera, nell’ambito del progetto La Fabbrica dell’Aria che ha previsto la piantumazione di un totale di 5.000 alberi nel territorio. All’evento, che ha celebrato l’inizio dei lavori di messa a dimora delle piante, sono intervenuti Lorenzo Fabbian, Assessore all’Ambiente del Comune di Pieve del Grappa, Gianna Vidori, Assessore all’Ambiente del Comune di Vidor, Filippo Boraso, Direttore Operativo Ascotrade-Gruppo Hera e altri amministratori dei Comuni del progetto LIFE Palù QdP.

Il progetto LIFE Palù Qdp, avviato nel 2018, nasce con lo scopo di dare un nuovo valore alle risorse naturali dei Palù del Quartier del Piave. Si tratta di ecosistemi ad elevatissima biodiversità di origine antropica derivante dalle bonifiche benedettine dell’XI secolo e che si presentano storicamente come piccoli appezzamenti di prati umidi, delimitati da siepi e canali. Un habitat complesso che ospita al suo interno numerose specie animali e vegetali di estrema rilevanza. Oggi, il loro abbandono ha portato alla regressione di questo patrimonio ecosistemico e alla perdita di biodiversità per il cui ripristino e conservazione i partner del progetto LIFE Palù QdP sono impegnati in prima linea. Il territorio compreso nel progetto fa parte della Rete Europea “Natura 2000” ed è riconosciuto come Area di Interesse Comunitario (area SIC).

«Nel comune di Vidor - partner del progetto LIFE insieme ai comuni di Sernaglia della Battaglia (capifila di progetto) Farra di Soligo e Moriago della Battaglia, - è previsto il recupero di una superficie privata in stato di degrado la cui rigenerazione ambientale è però ostacolata dalla presenza di alberi e arbusti non appartenenti all’ecosistema originario – ha dichiarato Mario Bailo Sindaco del Comune di Vidor -. Per consentire l’intervento a tutela della biodiversità si rende necessario il taglio delle piante appartenenti alle specie aliene».

In risposta all’obbligo della regione Veneto relativo a interventi di forestazione compensativi nel caso di tagli, il comune di Pieve del Grappa ha messo a disposizione le aree, tra cui una nella zona industriale, dove poter effettuare la messa a dimora dei 1.500 alberi donati da Ascotrade-Gruppo Hera all’interno della Campagna nazionale Mosaico Verde. Le specie arboree scelte sono tutte autoctone, coerenti con le condizioni climatiche e naturalistiche dell’area, tra le quali: la farnia, il carpino bianco, l’acero campestre e l’olmo minore.

Foto_Pieve_0212_3-2

«Abbiamo aderito con entusiasmo all’iniziativa di rigenerazione ambientale che prevede la piantumazione dei 1.500 alberi di specie autoctone che andranno a ripristinare un’area verde indispensabile all’azione di contrasto delle emissioni nocive in atmosfera causate dall’uomo, ragione principale di quei cambiamenti climatici che sempre più spesso sconvolgono le nostre città, come ad esempio la recente ondata di siccità.” - dichiara Lorenzo Fabbian, Assessore all’Ambiente del Comune di Pieve del Grappa. 

L’iniziativa è resa possibile grazie al sostegno di Ascotrade-Gruppo Hera e al suo progetto la Fabbrica dell’Aria che la società porta avanti dal 2018 per la valorizzazione, la sostenibilità e il rispetto del contesto ambientale e del territorio in cui opera.

«Questi 1.500 alberi sono l’ultima fase di un progetto di piantumazione, La Fabbrica dell’Aria, che ha consentito ad Ascotrade, società del territorio del Gruppo Hera, di donare un totale di 5.000 alberi – ha commentato Filippo Boraso, Direttore Operativo -. Un gesto concreto, ma allo stesso tempo dal valore fortemente simbolico, con il quale suggelliamo, ancora una volta, l'impegno di Ascotrade nei confronti della comunità e dell'ambiente, nel rispetto della mission del nostro Gruppo».

L’intervento di forestazione si inserisce all’interno della Campagna nazionale Mosaico Verde, ideata e promossa da AzzeroCO2 e Legambiente, nata con lo scopo di facilitare l’incontro tra le necessità degli enti locali di recuperare aree verdi e la volontà delle aziende di investire risorse nella creazione o tutela di boschi permanenti, come misura di Responsabilità Sociale d’Impresa.

«Il progetto avviato a Pieve del Grappa, legato a doppio filo con quello che vedrà la luce a Vidor, è un esempio concreto del nostro impegno nel tutelare il patrimonio boschivo del Paese per arginare la perdita di biodiversità e ripristinare ecosistemi che rischiano di andare perduti - ha dichiarato Sandro Scollato, Amministratore Delegato AzzeroCO2 –. L’intervento permetterà da un lato il recupero di un’area dall’elevato valore ambientale che rientra nei Palù del Quartier del Piave e dall’altro la forestazione di alcune zone con l’obiettivo di rendere il territorio locale più resiliente e sostenibile rispetto ai problemi ambientali che riguardano il nostro tempo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pieve del Grappa, 1.500 alberi donati da Ascotrade al Comune

TrevisoToday è in caricamento