Cacciatori, rifugiati e residenti ripuliscono i sentieri e la scalinata della Rocca di Asolo

Per il sindaco Mauro Migliorini si è trattato di "un bel esempio positivo di cittadinanza attiva, conoscenza e integrazione"

Un momento della giornata ecologica

Un nutrito gruppo di volontari del Gruppo cacciatori Riserva Alpina 10 Asolo, di rifugiati ospitati dallo Sprar (Servizio Protezione Richiedenti Asilo e Rifugiati) di Asolo e diversi cittadini di buona volontà, sabato pomeriggio e domenica mattina hanno eseguito una pulizia straordinaria di alcuni sentieri delle colline asolane e di alcuni siti di interesse turistico/culturale, come la scalinata di accesso alla storica Rocca. Per il sindaco Mauro Migliorini si è trattato di "un bel esempio positivo di cittadinanza attiva, conoscenza e integrazione".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con la Ferrari del papà il figlio di mister Nice

  • Camionista trovato morto nel parcheggio del centro commerciale Arsenale

  • Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend: tre giorni di feste e divertimento

  • Lutto nel mondo del Prosecco: Orfeo Varaschin muore a 50 anni

  • Autotreno pieno di ghiaia si ribalta in strada: traffico in tilt

  • Camper sbanda e distrugge una balaustra del ponte di Vidor: gravi disagi al traffico

Torna su
TrevisoToday è in caricamento