"Ridiamo il Sorriso alla Pianura Padana": in consegna oltre 600 piante per i cittadini

Le piante disponibili sono andate esaurite ben prima della scadenza fissata per fare richiesta. Tra i più richiesti dai montebellunesi ci sono gli arbusti

Gli alberi in consegna

Oltre 600 nuove piante a Montebelluna: sono quelle in consegna in questi giorni, nell’ambito dell’iniziativa “Ridiamo il Sorriso alla Pianura Padana” promossa dalla Regione Veneto assieme a Veneto Agricoltura. Un’iniziativa nata nel 2016 da alcuni Comuni della pianura veneta orientale ed il cui format è stato replicato dalla Regione Veneto che ha messo a disposizione per l’edizione 2020 ben 66.161 piante con l’obiettivo di fornire giovani alberi e arbusti forestali di specie autoctone ai comuni del Veneto.

L’iniziativa ha avuto un grande successo tanto che le piante disponibili sono andate esaurite ben prima della scadenza fissata per fare richiesta, cioè lo scorso 15 ottobre. Tutte le piante sono prodotte presso il Centro Biodiversità Vegetale e Fuori Foresta di Montecchio Precalcino (Vi) di Veneto Agricoltura. Si tratta di querce, frassini, bagolari, tigli, carpini bianchi, aceri campestri, meli selvatici, biancospini, prugnole, sanguinelle e lantane. Spiega il vicesindaco, Elzo Severin: “Sono 73 i montebellunesi che nei mesi scorsi hanno aderito al progetto, facendo richiesta di qualche pianta, fino ad un massimo di 10, da piantare nel proprio giardino o nel proprio prato".

"Qualche curiosità: dei 614 esemplari consegnati ai montebellunesi, i più gettonati sono gli arbusti (278), seguiti dalle piante di seconda grandezza (199) e quelli di grandezza (137). La bontà di questa iniziativa è duplice ed è positivo che oltre 600 nuove piante popolino il nostro territorio: da un lato, infatti, vi sono dei benefici per la varietà biologica del territorio, dall’altro, l’aumento di specie vegetali facilita la mitigazione climatica e dunque, la stessa qualità della vita. Ricordo che questa iniziativa destinata ai privati, si aggiunge a quella promossa dal Comune 'Un albero per ogni nato' grazie alla quale ogni anno vengono consegnati centinaia di alberi ai genitori dei neonati. Stiamo organizzando anche l’edizione autunnale di quest’anno che, data l’emergenza, avrà caratteristiche diverse e comporterà il ritiro degli alberi da parte dei genitori presso una sede comunale” conclude il vicesindaco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ressa per le scarpe Lidl corsa all'acquisto: esaurite anche a Treviso

  • Cocaina e marijuana in casa, brigadiere dei carabinieri in manette

  • Covid, Zaia: «I dati in Veneto sono buoni, non meritiamo la zona arancione»

  • Malore improvviso al rifugio: 62enne muore tra le braccia della compagna

  • Pooh, nuovo disco dopo la morte di D'Orazio: «Le canzoni della nostra storia»

  • Non pagano l'affitto, i proprietari cambiano la serratura e li chiudono fuori

Torna su
TrevisoToday è in caricamento