Impianti sportivi di Casella d'Asolo, dieci giovani riqualificano l'area

I ragazzi si sono concentrati in particolare nella manutenzione del campo da basket e nell’installazione di una rete da pallavolo

Uno dei cartelli affissi

Quando “Spazio ai giovani” non è solo un modo di dire. Nel pomeriggio di sabato, negli impianti sportivi di Casella D’Asolo, ben 10 giovani asolani dai 17 ai 20 anni, provenienti da tutte le frazioni del comune, sono stati coinvolti in attività di manutenzione e di riqualificazione dell’area, concentrandosi in particolare nella manutenzione del campo da basket e nell’installazione di una rete da pallavolo. “Spazio ai giovani” è un progetto promosso dall’Assessorato alle Politiche Sociali e Giovanili che ha voluto attivare un gruppo di ragazzi in un percorso che aveva l’obiettivo di guidarli verso l’emersione dei loro bisogni, facendoli ragionare sugli luoghi a loro dedicati e invitandoli a progettarli e a prendersene cura. Andando a sviluppare nei ragazzi, in questo modo, un senso di appartenenza e riappropriazione degli spazi e del bene comune pubblico ed è interessante quanto è emerso in questo processo: i giovani, infatti, facevano notare come gli spazi pubblici, anche nel comune di Asolo, sono spesso pensati per le famiglie o per i bambini.

Sono quindi stati invitati a portare all’Amministrazione comunale delle proposte concrete sulla progettazione e sull’individualizzazione di questi luoghi a loro dedicati. Dopo un confronto diretto con l’Amministrazione in una serie di incontri con l’assessore Andrea Canil, è stato scelto di intervenire sugli impianti sportivi di Casella D’Asolo dove i ragazzi hanno richiesto di installare una rete di pallavolo che fosse a loro facilmente accessibile, oltre che riqualificare il campo da basket. Nel pomeriggio di riqualificazione i ragazzi sono dunque stati affiancati - oltre che da Laura Bassotto, educatrice della Cooperativa Kirikù e dall’assessore Canil - anche da alcuni volontari: Sergio Gazzola come rappresentante dell’Auser Filo d’Argento, Josef Colla che gestisce un gruppo di volontari formato dagli ospiti del progetto SIPROIMI e Roberto Zago, operaio comunale, che li hanno aiutati e guidati nei lavori di pulizia del campo e di installazione della rete da volley. Si è creato in questo modo un momento anche di scambio intergenerazionale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Spazio ai giovani” è un progetto realizzato grazie alla collaborazione con la Cooperativa Kirikù, che ha condotto ad Asolo un’azione inserita nell'ambito di un progetto regionale più ampio chiamato S-carpe Diem, finanziato dalla "Fondazione Con I Bambini". A dimostrazione del percorso svolto, i ragazzi hanno anche installato un cartello con le regole per usufruire dei luoghi. Nei cartelli si legge “Spazio ai Giovani, per i giovani: Divertiti, Vivilo, Abbine Cura". “Sono molto soddisfatto dal lavoro svolto - dichiara l'Assessore alle Politiche Sociali e Giovanili Andrea Canil - e sono rimasto molto colpito dalle osservazioni portate avanti dai ragazzi e dalle ragazze, che ci servono per progettare i prossimi passi nelle politiche giovanili di Asolo. Invito poi tutti i ragazzi che non hanno partecipato al progetto ad utilizzare i luoghi sui quali abbiamo lavorato oltre che a farsi avanti se vogliono partecipare attivamente ad altri progetti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'auto si schianta fuori strada: morto un 22enne, due feriti gravi

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Vedelago, travolta e uccisa da un'auto di fronte al marito

  • I 6 piatti trevigiani che non possono mancare sulle tavole d'autunno

  • Auto sbanda e si ribalta, conducente in ospedale: è gravissima

  • Mascherina indossata per troppo tempo, studente si sente male

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento