menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Breda di Piave: al via lo sfalcio del verde pubblico

Nelle scorse ore l'amministrazione comunale ha affidato alla cooperativa Alternativa ambiente lo sfalcio delle aree verdi in città, unita alla pulizia di viali e marciapiedi

BREDA DI PIAVE Importante novità da oggi in città: l'amministrazione comunale di Breda ha infatti avviato nelle scorse ore l’appalto del servizio di sfalcio delle aree verdi in città.

L’appalto è stato affidato alla Cooperativa Alternativa Ambiente – cooperativa sociale di Vascon di Carbonera. In questi giorni i cittadini avranno modo di vedere il personale ed i mezzi operativi dell’appaltatore all’opera nelle aree verdi di tutto il territorio comunale, salvo eventuali sospensioni degli interventi causate dal maltempo. Si tratta di un nuovo appalto, per cui il primo sfalcio servirà a definire con esattezza tempistiche e interventi, in modo da predisporre un cronoprogramma preciso per la pianificazione degli sfalci. Nei prossimi giorni verranno infatti rese note tutte le aree interessate, nonché il calendario degli sfalci annuali programmati, in modo che i cittadini ne siano adeguatamente informati. Il personale comunale effettuerà tutti gli interventi non affidati in appalto. “L’operazione del taglio dell’erba – spiega l’assessore ai lavori pubblici del Comune di Breda di Piave, Ermes Caruzzo – rientra in una più ampia azione di cura e manutenzione del verde pubblico e quindi di attenzione per il decoro urbano. Le attività programmate dall’amministrazione comunale prevedono, infatti, oltre al taglio dell’erba, anche la pulizia dei marciapiedi, dei viali dei cimiteri, la pulizia delle aree verdi e i trattamenti necessari, nel rispetto del nuovo Regolamento comunale sull’uso dei fitofarmaci, la potatura delle siepi e degli alberi, il monitoraggio e la manutenzione dei giochi. Interventi che rappresentano per il Comune un impegno costante e consistente soprattutto dal punto di vista economico”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento