rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Green Centro / Via Roma

La Sfera di Toni Benetton si fa bella: Came la abbellisce con 840 viole

Per i prossimi tre anni l'azienda Came si farà carico della riqualificazione e della manutenzione della rotonda seguendo il progetto realizzato dalla società Arboreus

Nuovo look floreale per la nota Sfera di Toni Benetton in Via Roma. Ieri mattina, alla presenza del Presidente dell’Associazione Porta Altinia e del Presidente del Consiglio Comunale Giancarlo Iannicelli, è stata difatti inaugurata la riqualificazione della grande aiuola all’ingresso della città dove dal lontano 2000 è presente l’installazione realizzata nel 1975 dal famoso artista trevigiano, un’opera all’epoca fortemente voluta dal sindaco Giancarlo Gentilini. Ben 840 “viole cornute” sono quindi state messe a dimora per abbellire la rotonda, un risultato frutto della collaborazione tra il Comune e l’azienda Came di Casier (marchio di riferimento a livello internazionale per l’automazione, il controllo e la sicurezza di ambienti residenziali, pubblici e urbani) che ha adottato una porzione di verde urbano nell'ambito dell'iniziativa “Adotta il verde cittadino” promossa dall’Assessorato alle Politiche ambientali.

Secondo quanto previsto dall’accordo triennale firmato con Ca’ Sugana (e che tutti auspicano possa essere esteso anche oltre), la riqualificazione della aiuola e la sua manutenzione rimarranno a carico di Came seguendo il progetto realizzato dalla società Arboreus di Udine. «Voglio ringraziare l’azienda della famiglia Menuzzo per aver abbracciato con entusiasmo un progetto importante votato alla riforestazione e all’abbellimento degli spazi verdi cittadini, in questo caso persino con i nostri amati colori biancocelesti - commenta Alessandro Manera, Assessore comunale alle Politiche Ambientali, smart city, organizzazione e logistica – Si tratta di una collaborazione che contribuisce a creare una serie di sinergie e modelli virtuosi tra settore privato e pubblico per valorizzare, riqualificare e impreziosire aiuole, parchi e giardini del nostro territorio».

Una scelta, quella effettuata da Came in accordo con il Comune, orientata alla responsabilità e alla sostenibilità per generare spazi intelligenti per il benessere delle persone in città. «Abbiamo subito aderito con entusiasmo e convinzione a questo progetto - sottolinea Paolo Menuzzo, fondatore di Came - Ci è sembrato il modo migliore per dare inizio, all’insegna del green, alle celebrazioni per il 50° anno di fondazione della società. Una storia da sempre caratterizzata da una spiccata attenzione per il territorio in cui affondiamo le radici e da cui traiamo linfa vitale per una crescita equilibrata e costante. Questo elegante tocco di verde ci sembra anche un doveroso omaggio a Treviso, con l'augurio di un ritorno alla normalità delle relazioni sociali dopo il non facile periodo di pandemia che stiamo ancora attraversando. Presto, infatti, i fiori sbocceranno pieni di colore per ridare vitalità a tutti i trevigiani».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Sfera di Toni Benetton si fa bella: Came la abbellisce con 840 viole

TrevisoToday è in caricamento