rotate-mobile
Green Spresiano

Innovazione e sviluppo, ecco il progetto dei nuovi Ecocentri

Presentato il progetto di rinnovamento che coinvolgerà tutte le strutture di prossima costruzione, tra cui quella nel territorio di Carbonera

Gli EcoCentri offrono un servizio importante nel nostro territorio, integrando la raccolta porta a porta e dando un contributo fondamentale al raggiungimento degli ottimi risultati di raccolta differenziata. Attualmente sono 51 le strutture gestite da Contarina e vengono ampiamente utilizzate da cittadini e imprese: nel 2023 sono stati ben 871.156 gli ingressi registrati e 62.219 le tonnellate di rifiuti raccolte. Con il passare degli anni, tuttavia, le strutture esistenti hanno evidenziato alcune necessità di innovazione e di sviluppo. Per questo, dopo l’introduzione delle nuove regole per l’accesso, in vigore in tutte le strutture del territorio dallo scorso 1° aprile, sono previste ulteriori novità per i futuri EcoCentri.

Con l’obiettivo di continuare a garantire un servizio ottimale, le strutture di prossima costruzione saranno infatti realizzate secondo un nuovo progetto, caratterizzato da un totale ripensamento di spazi, elementi architettonici e viabilità. Il lavoro di studio e riprogettazione svolto consentirà di realizzare degli EcoCentri di nuova generazione, all’avanguardia e in grado di rispondere alle esigenze del territorio: gli spazi più ampi renderanno possibile l’ingresso a più persone e una loro suddivisione più efficiente consentirà riduzione dei tempi di attesa e controlli più efficaci.

La conferenza  stampa-15

«Da tempo stiamo lavorando con Contarina e i Comuni soci per una implementazione e innovazione degli EcoCentri – ha dichiarato Giuliano Pavanetto, Presidente del Consiglio di Bacino Priula - Il loro sviluppo è indispensabile per avere a disposizione strumenti ottimali, con regole e possibilità di accesso uguali in tutto il territorio, in grado di rispondere alle necessità dei cittadini e di garantire una raccolta differenziata di qualità».

«La riprogettazione sviluppata – ha dichiarato Sergio Baldin, Presidente di Contarina - consentirà di realizzare le prossime strutture secondo un modello innovativo che ha visto un totale ripensamento degli spazi e delle architetture. L’obiettivo è di continuare ad assicurare un servizio efficace, efficiente e attento alla sicurezza di tutti, cittadini e personale operativo». Tra le prime strutture realizzate secondo questo nuovo modello, anche il nuovo EcoCentro previsto nel territorio di Carbonera.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Innovazione e sviluppo, ecco il progetto dei nuovi Ecocentri

TrevisoToday è in caricamento