rotate-mobile
Giovedì, 30 Maggio 2024

Ecco le nuove casette per le oche che vivono nella penisola del Paradiso

Cinque strutture in legno per proteggere le uova dalle incursioni di cornacchie e gazze ladre

Sono state presentate le nuove casette per la nidificazione e la salvaguardia delle oche che vivono nella Penisola del Paradiso, lingua di terra situata nel fossato delle Mura di Treviso. I nuovi giacigli di legno, che possono ospitare fino a due nidi ciascuno, sono larghi un metro, alti 60 centimetri e profondi 60 centimetri. Questo accorgimento, realizzato in collaborazione con il Nucleo Tutela Animali della Polizia Locale, vuole proteggere le uova dei palmipedi dai corvidi presenti in zona, soprattutto cornacchie grigie e gazze ladre, che si nutrono delle loro uova.

WhatsApp Image 2024-04-19 at 16.41.52

«Le casette sono state posizionate grazie all’Ufficio Affari Animali d’Affezione e lo specifico Nucleo della polizia locale», spiega il Vicesindaco di Treviso, Alessandro Manera. «Con questa nuova installazione si vogliono tutelare gli animali che vivono nella Penisola del Paradiso e fanno parte a tutti gli effetti del nostro contesto cittadino per fare sì che le loro uova non vengano aggredite da corvi e gazze». Le oche della Penisola del Paradiso sono 17, principalmente di razza romagnola. Il periodo di cova va dai primi di marzo a giugno. Le uova solitamente deposte sono dalle 12 alle 20 unità. Il tempo di incubazione è di 30 giorni.

ZAGO PL CON UOVA DEPOSTE

Video popolari

TrevisoToday è in caricamento