A Tuttofood il Caseificio Tomasoni partner di Aiab per promuovere la produzione biologica

Sarà AIAB, l’Associazione Italiana Agricoltura Biologica ad ospitare il Caseificio Tomasoni, durante la fiera Tuttofood, per condividerne valori e principi: dalla derivazione del latte 100% italiano al sostegno della qualità certificata.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Una partnership consolidata, quella tra AIAB, l'Associazione Italiana Agricoltura Biologica e Caseificio Tomasoni, che condividono gli stessi principi e promuoveranno la produzione biologica in occasione della fiera Tuttofood, in programma dall'8 all'11 maggio a Milano. L'azienda, che sposa i valori che contraddistinguono le realtà impegnate nella produzione di cibi sani e gustosi, traducendoli in un modello agricolo e alimentare regolamentato e certificato, verrà ospitata nella zona espositiva dell'Associazione (Padiglione 4, Stand P02-R01-P10-R09) e accenderà i riflettori sulla nuova linea di referenze biologiche, prodotte solo con latte 100% italiano e nello specifico veneto. "Adottiamo i principi di AIAB, a sostegno della qualità certificata, della salubrità e della riduzione dell'impatto ambientale e porteremo in fiera una nuova gamma che riconosce i nostri sforzi. - sostiene Moreno Tomasoni - Lo Stracchino Bio rappresenta il valore che diamo al nostro territorio e agli allevatori locali che selezioniamo e che ci impegniamo ad aiutare - E conclude - Abbiamo avviato con soddisfazione un percorso produttivo che mette in rilievo la qualità del latte italiano, proveniente da stalle selezionate in un raggio di 30-40 km dalla nostra sede".

Negli ultimi anni Caseificio Tomasoni ha predisposto grossi investimenti in un lungo percorso verso la sostenibilità, che ha posto l'attenzione sulla scrupolosa selezione degli allevamenti, sull'ottimizzazione dei processi produttivi e su di un innovativo sistema tecnologico, per la riduzione dei consumi energetici e il riutilizzo delle risorse. Il risultato è una filiera biologica tracciabile, che dà valore ai piccoli allevatori locali e porta sulla tavola degli italiani un'ampia gamma di formaggi biologici che utilizzano solo latte italiano, con un ottimo rapporto qualità-prezzo. Tra le punte di diamante della produzione, lo Stracchino Bio Tomasoni, portabandiera di una linea realizzata senza l'impiego di sostanze chimiche di sintesi e di organismi geneticamente modificati, le cui referenze sono certificate da ICEA (Istituto Certificazione Etica e Ambientale), che garantisce anche l'affidabilità dell'intera filiera.

Si uniscono la Caciotta Bio con una lieve stagionatura, il Dolce Tomasoni Bio dal sapore dolce e delicato, il PrimoDì Bio dalla pasta tenera e saporita, la Ricotta Bio morbida e leggera e il Formaggio San Saverio Bio dal sapore dolce di latte fresco. Dalla stalla alla tavola, il segreto dei formaggi Tomasoni quindi continua a risiedere proprio nella filiera corta e controllata, sinonimo di alta qualità della materia prima selezionata, ma anche di rispetto per la tradizione casearia veneta. Per questo, oggi come 60 anni fa, moltissime operazioni all'interno del caseificio vengono effettuate a mano: dal controllo della rottura della cagliata, al posizionamento delle forme, fino all'incarto degli stracchini, confezionati a mano, uno ad uno. www.caseificiotomasoni.it

Torna su
TrevisoToday è in caricamento