Prosecco e tumori: documento choc di European Consumers

La replica del Consorzio Tutela del Vino Conegliano Valdobbiadene Prosecco

VALDOBBIADENE E’ stato pubblicato nel sito internet di “European Consumers” https://www.europeanconsumers.it/  un documento intitolato “Analisi ecologica del protocollo DOCG prosecco 2018”, che sarebbe stata condotta da Pietro Massimiliano Bianco e Pietro Tiberti. A mezzo della pubblicazione vengono diffuse informazioni prive di qualsiasi riscontro oggettivo. Lo studio vorrebbe infatti sostenere che la popolazione residente in Veneto si ammalerebbe di patologie oncologiche di più rispetto a quella residente in altre Regioni d’Italia a causa dell’incremento della superficie destinata alla produzione del Prosecco, fonte di “degrado ambientale e delle salute pubblica”. Le conclusioni cui giunge lo studio sono tuttavia ingiustificabili considerato che:

-  l’affermazione per cui “Nell’area del Prosecco Docg Conegliano Valdobbiadene negli anni 70 si coltivavano 1300 ettari ora diventati più di 7000” è contraddetta documentalmente dal Censimento Agricolo 1970 della Provincia di Treviso: i dati dimostrano che  nel 1970 gli ettari coltivati a vite nei 15 comuni della DOCG erano circa 6.655 e, cioè, una dimensione sostanzialmente comparabile con l’attuale;

 -  sostenere che i tumori siano nel Veneto "la seconda causa di morte dopo le patologie cardiovascolari" è pleonasticamente banale. Il Veneto registra una mortalità per tumori sovrapponibile alla media nazionale. Nel Veneto, in Italia e in generale in tutti i Paesi ad economia avanzata, i tumori (complesso molto ampio di patologie diverse tra loro sia clinicamente, sia causalmente) sono la seconda causa di morte dopo le patologie cardiovascolari. Ipotizzare che ciò sia attribuibile a condizioni ambientali specifiche (ad es. esposizioni a pesticidi) è fuorviante e contrario alle valutazioni tecniche compiute dalle autorità sanitarie competenti. Queste ultime, in base alle rilevazioni periodiche condotte a tutela della salute dei cittadini hanno escluso significative correlazioni tra mortalità e incidenza per tumori e coltivazione della glera (da cui origina il Prosecco) nella popolazione veneta e, più in dettaglio, nella popolazione della provincia di Treviso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Male incurabile: addio a Sonia Scattolin, segretaria della Regione

  • Cade dalla sedia della sua cameretta, bimbo di nove anni grave all'ospedale

  • Esce per un controllo delle lepri: muore stroncato da un infarto

  • Sfreccia a 127 km/h con il suo bolide: il limite era 50 km/h

Torna su
TrevisoToday è in caricamento