Centri di accoglienza per senza fissa dimora a Treviso

Tutti i servizi per i senzatetto in città

A quale tipologia di individui ci riferiamo quando parliamo di grave emarginazione? Chi sono i senza dimora? Le definizioni possono essere diverse, ma ancora più numerose e concrete sono le storie di coloro che oggi, nel nostro paese, a causa di eventi biografici negativi scivolano verso la povertà estrema e la grave marginalità sociale: persone anziane, giovani senza famiglia, donne sole o vittime di violenza, padri separati, persone con problemi di salute fisica, mentale o di dipendenza, migranti che fuggono da guerre o che arrivano in Italia alla ricerca di un lavoro.

Nonostante l’offerta di servizi per la marginalità estrema a Treviso si sia potenziata negli ultimi anni, il fenomeno è in evoluzione. Questo mondo racchiude persone con storie e bisogni diversi.
Un volto è quello dei senza dimora: uomini e donne, italiani e stranieri, finiti ai margini della società, con una rete sociale fragile e che vivono una precarietà prolungata e significativa su più livelli. Condizioni più o meno impreviste (perdita di un lavoro, rottura di legami famigliari, cattiva salute) che frequentemente includono una fragilità personale, talvolta psichica e/o aggravata da dipendenze da sostanze, che conducono a circoli viziosi e carriere di impoverimento.
Un altro volto, per certi aspetti nuovo e prevalente è quello dei richiedenti asilo usciti dai centri di accoglienza governativi a causa di revoche dell’accoglienza o a seguito dell’ottenimento del permesso di soggiorno legato una forma di protezione internazionale. Coloro che non dispongono di una rete a cui fare riferimento nell’immediato, si ritrovano improvvisamente abbandonati a se stessi, in condizioni di grande marginalità, spesso peggiorate da un’insufficiente conoscenza dell’italiano, dalla scarsa consapevolezza rispetto alla propria condizione giuridica e alle reali opportunità lavorative.

La questione femminile incide meno numericamente ma presenta complessità e vulnerabilità per ovvie ragioni molto importanti, aggravate dalla ridotta presenza sul territorio di alternative alle semplici e non esaustive risposte della Casa della Carità. A prescindere dalla provenienza geografica, le donne che chiedono di accedere ai servizi della Caritas diocesana hanno raccontato in diversi casi di un passato di violenza che si consuma all’interno delle mura domestiche della propria famiglia o di quella per cui si lavora oppure per le strade delle nostre belle città. Passato e presente corrodono autostima e speranze e spesso sfociano nel disagio psichico anche patologico e nell’impossibilità di trovare strade differenti da quelle che le hanno condotte ai margini della società. Le richiedenti asilo accolte, in particolare, quasi sempre appena maggiorenni, portano con sé l’amarezza di una doppia vulnerabilità: ai traumi e alle fatiche che accomunano tutte le persone in fuga da situazioni di povertà, conflitti o guerre, riferiscono abusi e violenze di genere, sia lungo il percorso migratorio sia nella situazione di precarietà a cui si sono trovate esposte nella terra di asilo, non avendo trovato alternative alla vita in strada.

Dove trovare aiuto a Treviso

Rinnovata la convenzione tra Comune di Treviso, e Caritas-parrocchia di Santa Maria sul Sile, per l'apertura, durante tutto l'anno del dormitorio per i senza fissa dimora di via Pasubio. Aperto tutto l'anno, ospita 26 persone

CASA DELLA CARITÀ
LAVANDERIA
Apertura del Servizio: 3 volte a settimana dalle 15 alle 19
Turni di servizio: 14:45-17:00; 17:00-19:15

DOCCE
Apertura del servizio: 3 volte a settimana
Turni di servizio: 16:30-19:00

ACCOGLIENZA SERALE
Apertura del servizio: 7 giorni su 7
Turni di servizio: 18:30-22:00
Mensa serale e al dormitorio.

ACCOGLIENZA NOTTURNA
Apertura del servizio: 7 giorni su 7
Turni di servizio: 22:00-08:00
Accoglienza notturna in Casa della Carità. 

MENSA: REFETTORIO
Apertura del servizio: 7 giorni su 7
Turni di servizio: 18:00-20:30

CENTRO D’ASCOLTO
Apertura del servizio: dal lunedì al venerdì 9:00 – 12:00; lunedì e mercoledì 15:00 – 18:00
(ascolto dei problemi e rilascio, rinnovo tessere, buoni pasto, farmaci, distribuzione viveri, ecc.)

Maggiori informazioni qui: https://www.caritastarvisina.it/chi-siamo/

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: allarme arancione in Veneto, Zaia temporeggia sull'ordinanza

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Covid, Zaia: «Treviso sta entrando nella terza fascia di emergenza»

  • Nuovo Dpcm, Conte ha firmato: ecco che cosa cambia da lunedì

  • Pranzo tra amici si trasforma in un focolaio Covid: trovati quindici positivi

  • Covid, Zaia: «In arrivo nuova ordinanza per limitare gli assembramenti»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento