Adottare un figlio: come e dove presentare la domanda a Treviso

Le adozioni possono essere nazionali o internazionali. Ecco quali sono i requisiti e la procedura da seguire

Molte coppie o famiglie che desiderano adottare un bambino spesso non sono a conoscenza delle procedure corrette da seguire. L'adozione, sia nazionale che internazionale, è infatti un momento importante, che prevede un iter strutturato. Adottare un bambino è una scelta che comporta una certa responsabilità, per questo deve essere un desiderio maturato da entrambi i partner che formano la coppia. Accogliere un bambino è un gesto di amore forte che deve essere ben ponderato.

Il decreto di idoneità all'adozione
Innanzitutto, sia che si scelga per l'adozione nazionale che per quella internazionale, bisogna ricevere l'attestato di idoneità all'adozione. Occorre presentare la domanda e interpellare il Tribunale dei minori competente in base al vostro territorio di residenza. Dopodiché, dovrete andare all’ufficio della cancelleria civile per presentare la dichiarazione di disponibilità all’adozione, ovvero la fatidica domanda di adozione. Una volta superati i requisiti di idoneità, spetterà agli enti locali conoscere la coppia e valutarne le potenzialità genitoriali, raccogliendo tutta una serie di informazioni utili all’adozione. Da un punto di vista legale, poi, gli organi di pubblica sicurezza della vostra zona di residenza (polizia e/o carabinieri), dovranno accertare eventuali precedenti penali. Gli esiti di tutti questi accertamenti saranno decisivi e potranno far accogliere ben volentieri la domanda o respingerla. Le indagini, di norma, si svolgono nell’arco di quattro mesi.

Chi può adottare

  • deve essere sposata da almeno 3 anni:
  • non deve avere alcun procedimento di separazione personale, nemmeno di fatto;
  • deve dimostrare di essere in grado di mantenere, istruire ed educare il bambino che vuole adottare;
  • i genitori devono avere almeno 18 anni più dell’adottato e non vi deve essere col bambino una differenza di età superiore ai 45 anni.

I costi

  • Per adottare un bambino di nazionalità italiana non ci sono costi a carico degli aspiranti genitori.
  • Per una adozione internazionale i costi possono essere molto variabili e anche molto alti. Secondo un documento dell'associazione Amici dei Bambini si deve calcolare un costo di partenza per istruire la pratica e conferire all'ente italiano che si occuperà dell'iter circa 5.000 euro. Ai quali vanno aggiunti i costi per l'ente che si occuperà dell'adozione nel Paese scelto e qui c'è ampia variabilità: dalla Bolivia (circa 8.500 euro) alla Russia (circa 13.000 euro). A questi costi vanno sommati anche quelli che si dovranno sostenere per i viaggi nel paese straniero, l'alloggio, e gli extra.

L'adozione

L'adozione costituisce un modo per dare una famiglia a un bambino e un figlio a una coppia. E' una forma di accoglienza da sempre presente. Esistono principalmente due tipi di adozione: nazionale e internazionale, per le quali i requisiti sono i medesimi, essere sposati da 3 anni e una differenza tra l'adottante e l'adottato di minimo 18 e massimo 45 anni. Esistono inoltre le adozioni cosiddette "speciali" per le quali si rimanda alla legge 184/'83.

A chi rivolgersi
I coniugi interessati all’adozione devono rivolgersi all’Equipe Adozioni dell’Azienda ULSS di residenza per un primo colloquio informativo e successivamente :
- partecipare ad un corso di informazione e sensibilizzazione sulle tematiche adottive organizzato - dall'Equipe Adozioni dell’AULSS
- nel caso di adozione internazionale, partecipare al corso di informazione organizzato da Enti Autorizzati per l’Adozione Internazionale
- presentare la domanda di disponibilità all'adozione

In provincia di Treviso

Informazioni sull'argomento e sulle modalità per intraprendere questa esperienza possono essere assunte presso le équipe dei Consultori Familiari, previo appuntamento.

  • Consultorio Familiare Via Galvani, 4 31015- Conegliano. Tel: 0438 662910
  • Consultorio Familiare Piazza Foro Boario, 9 - 31029 Vittorio Veneto. Tel: 0438 665930
  • Consultorio Familiare Via Lubin, 16 - 31053 Pieve di Soligo. Tel 0438 664468

Siti consigliati:
www.commissioneadozioni.itwww.giustizia.it/minori/adozioni/adozione_nazionale.htm

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cade nelle acque del Sile, fugge in treno e lo ritrovano a Bassano

  • Oliviero Toscani: «Chi vota Zaia forse è ubriaco, anche i veneti diventeranno civili»

  • Grandine e vento forte, il maltempo torna a colpire la Marca

  • Tragedia di Merlengo, il 26enne aveva bevuto: indagato per omicidio stradale

  • Tragico schianto col furgone nella notte: 62enne muore a pochi metri da casa

  • Distributore di bevande trovato morto nel suo camion

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento