Giovedì, 29 Luglio 2021
Famiglia

Rinnovato il Reddito di Emergenza: a chi spetta, come ottenerlo

Al via le domande, ecco i requisiti, quanto si riceve, dove fare la richiesta, tutte le novità di luglio

Dopo le mensilita di Reddito di Emergenza per marzo, aprile e maggio, alle famiglie in difficoltà economica a causa del Coronavirus arrivano altri 4 mesi da luglio fino a settembre 2021. Lo prevede il decreto Sostegni bis pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 25 maggio e in vigore dal 26. Il Reddito di emergenza (Rem) può essere richiesto all'Inps attraverso una domanda da inviare online dal 1° al 31 luglio 2021.

Entità del contributo

L'aiuto economico - che è rivolto al nucleo familiare - si concretizza in un sussidio il cui importo mensile oscilla da 400 a 800 euro, elevabili a 840 euro in presenza di disabili gravi o non autosufficienti, numero ed età dei figli, a seconda della composizione del nucleo familiare. 

Ad esempio, se il nucleo è composto da tre persone, di cui 2 maggiorenni e 1 minorenne, il fattore sarà pari a 1,6 e l'indennizzo mensile ammonterà a (400 • 1,6) 640 euro.

Per accedere alle nuove quote di Rem introdotte dal Dl Sostegni bis, la soglia limite del reddito familiare relativa al mese di aprile 2021 non deve superare l'ammontare mensile dell'indennità spettante. Tale limite va incrementato se il nucleo risiede in una casa in locazione. L'incremento è pari ad un dodicesimo del valore annuo del canone di locazione come dichiarato ai fini Isee.

Dunque, ipotizziamo che il nostro nucleo familiare paghi un canone di locazione mensile di 800 euro, la soglia di reddito familiare, in riferimento al mese di aprile 2021, è di 1.440 euro.

I requisiti 

Per ottenere il nuovo REM, Reddito di Emergenza, devono esserci tutti i seguenti requisiti:

  •  Valore del reddito familiare riferito alla mensilità di aprile 2021 inferiore a una soglia pari all’ammontare del beneficio REM. Per i nuclei familiari che risiedono in una abitazione in affitto, la soglia reddituale di accesso al beneficio aumenta di un dodicesimo del valore annuo di locazione, come da dichiarazione ISEE.
  • Residenza in Italia, con riferimento al solo componente che richiede il beneficio.
  • Patrimonio mobiliare inferiore a 10.000 euro riferito all’anno 2020. La soglia è aumentata di ulteriori 5.000 euro per ogni componente del nucleo familiare diverso dal richiedente, fino a un massimo di 20.000 euro. Tale massimale è incrementato di 5.000 euro in caso di presenza nel nucleo familiare di un componente in condizione di disabilità grave o di non autosufficienza.
  • ISEE in corso di validità, ordinario o corrente, non superiore a 15.000 euro.
  • Il requisito relativo al valore ISEE viene verificato dall’INPS all’atto della presentazione della domanda, nell’ultima DSU valida alla medesima data. In caso di presenza di minorenni, rileva l’ISEE minorenni

Dove fare la domanda

  • online, attraverso il servizio dedicato, autenticandosi con le proprie credenziali;
  • tramite i servizi offerti dai CAF e dai Patronati.

I termini

A partire dal 1 al 31 luglio 2021, i cittadini in possesso dei requisiti potranno richiedere il contributo emergenziale tramite il sito dell'Inps (www.inps.it), autenticandosi con PIN, SPID, Carta Nazionale dei Servizi e Carta di Identità Elettronica o tramite gli Istituti di patronato.

Il pagamento 

La riscossione del Reddito di emergenza può avvenire attraverso diverse modalità:

  • bonifico bancario o postale sul conto intestato al richiedente 
  • libretto postale;
  • bonifico domiciliato: pagamento in contanti presso lo sportello di Poste Italiane indicato dal richiedente nella domanda . 

ACCEDI AL SERVIZIO SUL SITO INPS

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rinnovato il Reddito di Emergenza: a chi spetta, come ottenerlo

TrevisoToday è in caricamento