Come aprire un negozio in franchising a Treviso

La guida per aprire un'attività in franchising: obblighi, procedure, vantaggi e svantaggi

Aprire un negozio significa mettersi alla prova e spesso affiliarsi a un’attività in franchising può rappresentare un buon modo per un percorso imprenditoriale meno rischioso e più agevolato. Alle spalle si ha una realtà già affermata e un marchio spendibile in vetrina che non ha la stessa capacità attrattiva di un’insegna sconosciuta. Ci sono format di negozio già pronto per ogni categoria merceologica.

Il Trevigiano è un territorio molto interessante commercialmente e aprire la propria attività è il sogno di molti. Per tutti gli aspiranti imprenditori, quella di iniziare con un franchising potrebbe essere una scelta vincente e redditizia. Una start up in questo modo sfrutta un know-how consolidato, decenni di esperienza nel settore, un posizionamento di leadership sul mercato di riferimento, oltre alla visibilità e notorietà di un marchio già diffuso e conosciuto.

Aprire in franchising riduce il rischio di impresa, ha una gestione snella, metodi collaudati, un’immagine accattivante ed una gamma di prodotti sempre in linea con le ultime tendenze, nonché numerose agevolazioni in fase di avvio e di gestione come la fornitura di arredi ed attrezzature in leasing, noleggio o comodato d’uso, la fornitura della merce in conto vendita, dilazioni di pagamento, supporto nell’accesso ai finanziamenti con la redazione ad hoc di un business plan, oltre al ritiro delle rimanenze invendute ed all’utilizzo di un magazzino centralizzato che riduce al minimo la metratura necessaria per il magazzino dell’affiliato. Un aiuto economico lo offre anche il  Prestito d'Onore.

Come scegliere il brand giusto 

Puntare su un marchio già affermato è normale, ma forse in pochi sanno che tra i diritti del potenziale affiliato c’è quello di poter visionare i bilanci dell’azienda madre degli ultimi 3 anni per poterne valutare la solidità economica. Un altro buon consiglio è quello di visionare quanti negozi della catena hanno cessato l’attività nei primi due anni. 

I pro 

Aprire un negozio in franchising significa avere diversi vantaggi: 
-    Corso di formazione iniziale e affiancamento
-    Supporto nella redazione del business plan 
-    Manuale operativo di riferimento
-    Fornitura del materiale e dell’insegna
-    Immagine già avviata del brand 
-    Ritiro del materiale invenduto (non sempre) 

I contro 

-    L’immagine del negozio non potrà cambiare di molto 
-    Obbligo di corrispondere una quota del fatturato
-    Somma iniziale chiesta all’avvio dell’attività (Fee d’ingresso)
-    Spesso quantità minime da ordinare negli approvigionamenti 
-    Fidejussione bancaria
-    Costi di allestimento del software aziendale 

Requisiti 

-    No condanne penali o fallimenti negli ultimi 5 anni
-    Per l’alimentare bisogna aver superato un corso professionale dedicato al commercio in quel settore. 

Cosa serve 

Come aprire in franchising un negozio

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Qualsiasi sia la tipologia merceologica dell’attività commerciale che si vuole avviare, per aprire un negozio è necessario sempre possedere determinati requisiti ed attenersi alle regolamentazioni specifiche a seconda della categoria di prodotti in vendita prescelta. Possedere i requisiti per aprire un'attività significa non essere mai stati dichiarati falliti o delinquenti abituali e non aver subito condanne che prevedono un periodo detentivo superiore ai tre anni. In generale, costituita la società di fronte ad un notaio, bisognerà dotarsi di una certa documentazione e comunicare al Comune l’inizio attività. A seguire i documenti necessari per aprire in franchising un negozio:

  • Partita Iva
  • Iscrizione alla CCIAA
  • Apertura delle posizioni previdenziali e assicurative (Inps e Inail)
  • SCIA ovvero la comunicazione d’inizio attività al Comune di appartenenza
  • DIA ovvero la dichiarazione d’inizio attività nel caso il locale abbia bisogno di essere ristrutturato prima di iniziare l’attività
  • Nullaosta da parte della ASL per quel che riguarda l’idoneità igienico/sanitaria dei locali

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'auto si schianta fuori strada: morto un 22enne, due feriti gravi

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Vedelago, travolta e uccisa da un'auto di fronte al marito

  • I 6 piatti trevigiani che non possono mancare sulle tavole d'autunno

  • Auto sbanda e si ribalta, conducente in ospedale: è gravissima

  • Focolaio Covid a La Madonnina di Treviso: trovate 9 persone positive

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento