Imprenditoria femminile: tutte le agevolazioni per avviare una attività a Treviso e in Veneto

Per le donne che vogliono aprire un'attività ci sono numerosi incentivi

L’imprenditoria femminile è sempre più al centro del piano di sviluppo economico del Paese. Infatti, sempre più donne decidono di mettersi in proprio e realizzare il proprio progetto di business. Le trevigiane sono piene di iniziativa e sono in molte a cercare una opportunità per aprire una start up, un franchising, un laboratorio, o altro.

Le imprese femminili

Quali sono i requisiti per presentare la domanda di finanziamento? I destinatari del provvedimento a favore delle imprenditrici sono le ditte individuali gestite da donne; le società di persone o cooperative costituite al femminile almeno per il 60%; le società di capitali che presentano almeno 2/3 delle quote in rosa e l’amministrazione composta da minimo 1/3 di donne.

Le agevolazioni

Le opportunità per le imprese femminili sono molte e tutte hanno l’obiettivo di facilitare l’accesso al credito.

Finanziamenti a fondo perduto: finanziamenti di capitale senza vincolo di rimborso, solitamente erogati dalle Regioni, nella percentuale minima del 50% e massima del 80%. La quota restante è da restituire con rate mensili a tasso agevolato.
Fondo di Garanzia: accesso semplificato alla garanzia dello Stato, con copertura fino al 80% del finanziamento richiesto. Si rivolge sia alle imprese femminili che alle professioniste.
Microcredito: finanziamento concesso alle imprese già avviate e alle professioniste per accedere al sistema bancario anche senza fornire garanzie.
Finanziamenti Invitalia: interventi finanziari a favore dell’avvio e dello sviluppo d’impresa. Nuove Imprese a tasso zero è uno degli incentivi per la creazione di nuove aziende che si rivolge alle donne che vogliono diventare imprenditrici e ai giovani. Propone un prestito agevolato a tasso zero a copertura massima del 75% dell’investimento ammesso.

I finanziamenti in Veneto e a Treviso 

I principali strumenti di finanziamento per l'avvio e lo sviluppo di una nuova impresa sono:

Legge 215/92 – "Azioni positive per l'imprenditoria femminile" 

Finanziamento agevolato del Ministero delle Attività Produttive a favore delle piccole imprese a prevalente gestione femminile per l'avvio di attività imprenditoriali, l'acquisto di attività preesistenti, la realizzazione di progetti aziendali innovativi, l'acquisizione di servizi reali. La legge prevede inoltre, contributi a programmi regionali per interventi di formazione imprenditoriale, di assistenza tecnica alle imprese e per azioni promozionali. Tutti i destinatari, all‘atto di presentazione della domanda, devono essere iscritti al Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio. Per le ditte individuali è inizialmente sufficiente la titolarità di partita IVA. L‘iscrizione al Registro delle imprese dovrà comunque avvenire entro la data di richiesta di erogazione della seconda quota delle agevolazioni.

Legge regionale 57/99 – Imprenditoria giovanile

Ha l'obiettivo di promuovere e sostenere lo sviluppo dell'imprenditorialità giovanile, favorendo la nascita di nuove imprese costituite da giovani. Riguarda i giovani di età tra i 18 e i 35 anni e finanzia la costituzione di nuove imprese individuali, di società e cooperative, nei settori produttivo, commerciale e dei servizi, che non si configurino come continuazione di imprese preesistenti.
Fondo di rotazione per l'imprenditoria giovanile – l.r.57/1999

Legge regionale 1/2000 – "Interventi per la promozione di nuove imprese e di innovazione dell'imprenditoria femminile"

Finanzia gli investimenti finalizzati allo sviluppo aziendale di imprese di vari settori (produzione, costruzioni, servizi e trasporti), iscritte da non più di un anno al Registro Imprese, costituite da donne residenti in Veneto da almeno due anni.
Fondo di rotazione per l'imprenditoria femminile - l.r. 01/2000

Contributi camerali

Le Camere di Commercio individuano ogni anno bandi di concessione contributi rivolti a particolari settori o tipologie di attività; per avere le informazioni utili è necessario prendere contatto con la Camera di Commercio dove ha sede la propria attività.

Uno sportello dedicato all'imprenditoria femminile è presente anche alla CNA per il settore artiglianale.https://www.cnatreviso.it

Camera di Commercio di Treviso

Per chi vuole aprire una attività imprenditoriale, chi è interessato a finanziamenti, agevolazioni, contributi; chi è alla ricerca di soluzioni tecnologiche innovative dei propri servizi trova in questo ufficio risposte alle proprie domande, la Camera di Commercio di Treviso offre particolari agevolazioni per lo sviluppo di imprese femminili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Cocaina e marijuana in casa, brigadiere dei carabinieri in manette

  • Malore improvviso al rifugio: 62enne muore tra le braccia della compagna

  • Covid, Zaia: «I dati in Veneto sono buoni, non meritiamo la zona arancione»

  • Pooh, nuovo disco dopo la morte di D'Orazio: «Le canzoni della nostra storia»

  • Se n'é andata Paola Maiorana, voce storica delle radio private trevigiane

Torna su
TrevisoToday è in caricamento