Modello unico 730: come si compila e dove si presenta a Treviso

Ecco tutte le informazioni utili per la dichiarazione dei redditi con il modello 730, le novità 2020, le nuove detrazioni

Il modello 730 è un modulo fiscale da compilare per la dichiarazione dei redditi dedicato ai lavoratori dipendenti e ai pensionati. Lo scopo del documento è quello di provvedere al versamento o al rimborso delle imposte a credito.

Chi deve fare il modello 730 

  • redditi di lavoro dipendente;
  • redditi di lavoro autonomo per i quali non è richiesta la Partita Iva;
  • redditi assimilati;
  • redditi di terreni o fabbricati;
  • redditi di capitale;
  • altri redditi e alcuni assoggettabili a tassazione separata.

Modello precompilato

Dal 2016 è possibile anche scaricare il modello 730 precompilato con i dati già noti al fisco. Il contribuente, poi, può integrare la dichiarazione inviandola per via telematica dal sito dell'Agenzia delle Entrate, Caf o altri intermediari.

Modello cartaceo

Se, invece, non si vuole inviare via web, esiste il modello 730 cartaceo, che può essere consegnato a soggetti intermediari, che provvederanno a inoltrarlo alla Agenzia delle Entrate. I soggetti intermediari sono:

  • sostituto di imposta, ossia il datore di lavoro o l'ente pensionistico;
  • Caf o professionista, come un commercialista o un consulente del lavoro. In questo caso, il modello può essere consegnato già compilato o si può richiedere assistenza per la compilazione.

Documenti

Per poter compilare il modello 730, servono questi documenti:

  • Certificazione Unica (CU) rilasciata dal datore di lavoro o dall'ente pensionistico;
  • fatture, ricevute e scontrini di farmaci che attestino le spese mediche sostenute;
  • tutta la documentazione necessaria per il riconoscimento di spese deducibili o detraibili (come l'affitto, il mutuo o assicurazioni sulla vita, ecc);
  • ricevuta dei bonifici attraverso i quali sono state pagate opere di ristrutturazione, quietanze di pagamento degli oneri di urbanizzazione, attestati di versamento delle ritenute sui compensi dei professionisti, quietanza rilasciata dal condominio;
  • attestati di versamento di acconti d'imposta;
  • ultima dichiarazione presentata.

Novità 2020 dichiarazione dei redditi

Rif. anno fiscale 2019. Elenchiamo di seguito le principali novità del 2020 per la compilazione della dichiarazione dei redditi tramite modello 730 o modello REDDITI Persone Fisiche (ex modello UNICO).

Novità

  • NUOVO TETTO PER SOGGETTI FISCALMENTE A CARICO Dal 2019 è stato introdotto il nuovo limite reddituale per i figli a carico; è stato elevato a euro 4.000,00 ma vale solo per i figli di età non superiore a ventiquattro anni
  • NUOVO TETTO PER SPESE ISTRUZIONE Aumentato a 800,00 euro per ciascun alunno, il limite di detraibilità per le spese di istruzione per la frequenza di scuole dell’infanzia, del primo ciclo di istruzione e della scuola secondaria di secondo grado.
  • 730 ANCHE PER LE PERSONE DECEDUTE Da quest’anno sarà possibile presentare il 730 anche per le persone decedute; condizione necessaria è che il decesso sia avvenuto nel 2019 o, se nel 2020, entro i termini di scadenza di invio del 730
  • SPESE CANI GUIDA Aumentata a 1.000,00 euro la detrazione per le spese di mantenimento dei cani guida.
  • DETRAZIONE PER COMPARTO SICUREZZA E DIFESA Detrazione spettante al personale delle Forze di polizia e delle Forze armate, titolare del reddito complessivo di lavoro dipendente non superiore in ciascuno anno precedente a 28.000 euro.
  • PACE CONTRIBUTIVA – SOMME DETRAIBILI IN 5 ANNI È prevista una detrazione per le somme versate per il riscatto dei periodi non coperti da contribuzione (c.d. “pace contributiva”); la detrazione è prevista nella misura del 50% ed è ripartita in 5 quota annuali.
  • INFRASTRUTTURE DI RICARICA ELETTRICA Detrazione per le spese sostenute dal 1°marzo 2019 al 31 dicembre 2021 per l’acquisto e posa in opera di infrastrutture di ricarica dei veicoli alimentati ad energia elettrica, del 50% per l’ammontare massimo di 3.000,00 euro con una ripartizione in dieci quote annuali.
  • SPORT BONUS È stato introdotto il c.d. “sport bonus”, ovvero un credito d’imposta, nella misura del 65%, delle somme erogate in favore degli enti gestori o proprietari di impianti sportivi pubblici, nel limite del 20% del reddito imponibile; la detrazione avviene in tre quote annuali.
  • BONIFICA AMBIENTALE Introduzione del credito d’imposta per bonifica ambientale nella misura del 65% delle erogazioni liberali effettuate, nei limiti del 20% del reddito imponibile ed è ripartita in tre quote annuali.
  • DESTINAZIONE DELL’8 PER MILLE È prevista la possibilità di indicare una specifica finalità tra cinque distinte opzioni.

Conferme

  • DETRAIBILITÀ SPESE TRASPORTI PUBBLICI
  • ASSICURAZIONE PER EVENTI CALAMITOSI
  • SPESE E SUSSIDI
  • BONUS VERDE
  • RECUPERO PATRIMONIO EDILIZIO (RISTRUTTURAZIONI)
  • CREDITO D’IMPOSTA APE – CONFERMA
  • RISPARMIO ENERGETICO – 65%
  • MISURE ANTISISMICHE
  • RISPARMIO ENERGETICO
  • RENDITA INTEGRATIVA ANTICIPATA (RITA)
  • SPESE SANITARIE
  • PREMI LAVORO DIPENDENTE
  • ABITAZIONE PRINCIPALE, SPESE PER CANONI LEASING
  • DISPOSITIVI CONTROLLO REMOTO IMPIANTO DI RISCALDAMENTO

Dove presentarlo 

Scadenze 2020

I termini per la presentazione del 730 scadono il 30 settembre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Capienza ridotta in negozi e centri commerciali»

  • Guida Michelin 2021: i ristoranti stellati nel trevigiano

  • Covid, nuova ordinanza di Zaia: «Riapriamo i negozi di medie e grandi dimensioni al sabato»

  • Metodo Bianchini: come perdere peso senza rinunce

  • Schianto tra camion, chiuso il tratto Portogruaro-San Stino della A4

Torna su
TrevisoToday è in caricamento