Imposta comunale sulla pubblicità a Treviso: quanto si paga e dove

Tutte le informazioni utili relative all'imposta comunale sulla pubblicità (icp) a Treviso: che cos'è, quando e come si paga

E' un'imposta che si paga per la diffusione di messaggi pubblicitari fatti attraverso forme di comunicazione, visive o acustiche in luoghi pubblici o aperti al pubblico e da tali luoghi percepibili. Gli interessati devono richiedere le autorizzazioni o i permessi previsti dai regolamenti comunali in materia.

L'imposta dipende:

  • dalla tipologia del mezzo pubblicitario
  • dalle dimensioni (espresse in metri quadrati)
  • dalle caratteristiche
  • dall'ubicazione all'interno del territorio comunale
  • dalla durata dell'esposizione

Comune di Treviso

L'interessato deve presentare o spedire la richiesta di autorizzazione, all'ufficio Protocollo del Comune, che a seconda della tipologia del mezzo pubblicitario, provvede ad assegnarlo al competente settore.

La domanda varia a seconda dell'ufficio a cui va presentata e deve sempre essere effettuata in carta legale. Tutti i modelli sono scaricabili dal sito internet del Comune.

Si ricorda che i mezzi pubblicitari aventi superficie inferiore ai 300cm quadrati non pagano imposta.

Le locandine da esporre, a cura degli interssati, nelle vetrine dei negozi o all'interno dei pubblici esercizi sono autorizzate dall'ufficio Pubblicità. Pertanto è necessario presentarsi allo sportello con le relative locandine per effettuare la dichiarazione, il pagamento e la timbratura dei manifesti.

L'Ufficio Pubblicità rilascia informazioni relativamente al calcolo e al pagamento dell'imposta che deve avvenire sempre prima dell'inizio dell'esposizione.

Chi rilascia l'autorizzazione

  • il servizio Attività Edilizia per quanto attiene la pubblicità permanente;
  • il Comando della Polizia Locale per quanto attiene la pubblicità temporanea effettuata con mezzi pubblicitari esposti nelle piazze del centro storico al di fuori di una manifestazione;
  • il settore Welfare per quanto attiene la pubblicità temporanea effettuata con mezzi pubblicitari connessi allo svolgimento delle manifestazioni sportive/culturali autorizzate dall'Ente sul proprio territorio;
  • il servizio Attività Produttive per quanto attiene la pubblicità temporanea effettuata con mezzi pubblicitari connessi allo svolgimento delle manifestazioni a carattere commerciale autorizzate dall'Ente sul proprio territorio;
  • il settore Ambiente per quanto attiene la pubblicità temporanea effettuata con mezzi pubblicitari connessi alle manifestazioni di competenza;
  • il settore Biblioteche e Musei per quanto attiene la pubblicità temporanea effettuata con mezzi pubblicitari connessi alle manifestazioni di competenza;
  • il servizio Tributario e tariffario-ufficio Pubblicità per tutte le rimanenti tipologie di pubblicità temporanea, previo parere obbligatorio della Polizia Locale.

Ogni ufficio prevede tempistiche diverse per il rilascio o diniego delle autorizzazioni. Pertanto, prima di presentare qualsiasi domanda, è meglio contattare il relativo ufficio.

L'entità dell'imposta dipende dalle dimensioni in metri quadrati del cartello o manifesto, dalle sue caratteristiche, dalla sua ubicazione nel territorio comunale e dalla sua durata.

QUANDO SI PAGA - Il  pagamento viene effettuato contestualmente alla presentazione della dichiarazione di inizio esposizione dei mezzi pubblicitari e in tutti i casi di "inizio pubblicità", siano essi temporanei che permanenti.

In tutti i casi di "rinnovo annuale" di pubblicità permanente, precedentemente denunciata, il pagamento avviene entro il 31 gennaio dell'anno di riferimento mediante apposito bollettino di conto corrente postale n. 16347312.

COME SI PAGA - Il versamento dell'imposta sulla pubblicità può essere effettuato tramite bollettino di conto corrente postale n. 16347312 intestato a "Comune di Treviso Servizio Tesoreria - Imposta sulla Pubblicità"; oppure tramite servizio POS attivo presso l'Uffici Tributi.

LOCANDINE - Per quanto riguarda le locandine da esporre nelle vetrine dei negozi o all'interno dei pubblici esercizi, è necessario recarsi, con le locandine stesse, presso l'Ufficio Pubblicità e Pubbliche Affissioni per la presentazione della relativa dichiarazione. Le locandine verranno timbrate dall'ufficio con apposito contrassegno indicante la data di scadenza dell'esposizione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve e vento forte, scatta l'allerta meteo in Veneto

  • Covid, nuova ordinanza di Zaia: «Riapriamo i negozi di medie e grandi dimensioni al sabato»

  • Una settimana di agonia dopo il malore, morto Remo Sernagiotto

  • Festa in casa con 42 persone, vicini chiamano i carabinieri

  • Festa nel locale con 120 persone: blitz di polizia, polizia locale e carabinieri

  • Incidente mortale in Treviso Mare: motociclista muore a 61 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento