rotate-mobile
Sabato, 3 Dicembre 2022
Info

Dai piazze ai luoghi della Grande Guerra: itinerari Iat per l'Adunata

Le visite guidate in centro storico, che si terranno ogni sabato del mese (6, 13, 20, 27) nonché giovedì 11 e venerdì 12 maggio, porteranno i partecipanti in un percorso attraverso le piazze di Treviso, luoghi di aggregazione che raccontano storie e aneddoti diversi

TREVISO L’ufficio turistico IAT Treviso si prepara ad ospitare i numerosi visitatori della 90^ Adunata Nazionale degli Alpini con un nuovo, suggestivo programma di visite guidate per tutto il mese di maggio. Il programma, coordinato dall’ufficio turistico e promosso dall’UNPLI provinciale in collaborazione con il Comune di Treviso, prevede in particolare sei escursioni nel centro storico dedicate a “Treviso e le sue piazze” e tre speciali uscite fuoriporta alla scoperta dei luoghi della Grande Guerra.

Le visite guidate in centro storico, che si terranno ogni sabato del mese (6, 13, 20, 27) nonché giovedì 11 e venerdì 12 maggio, porteranno i partecipanti in un percorso attraverso le piazze di Treviso, luoghi di aggregazione che raccontano storie e aneddoti diversi. Storie come quella di piazza dei Signori, che già nel nome rivela la sua origine di Piazza della Signoria e che, oggi come allora, è la sede del governo cittadino, rappresentata dal Palazzo dei Trecento; procedendo verso ovest attraverso via Calmaggiore si giunge a Piazza Duomo, la piazza dell’altro potere, quello ecclesiastico, mentre in direzione sud-est si incontra il polo scientifico della città, la Piazza del Quartiere Latino, di recente costruzione, nata dal restauro dell’ex Ospedale civile di San Leonardo. Proseguendo verso la stazione dei treni, infine, si trova Piazza della Vittoria, dove è custodito il monumento ai caduti più grande del Veneto, inaugurato il 4 novembre 1931 da re Vittorio Emanuele III, in occasione dell’anniversario della vittoria italiana nella Prima Guerra Mondiale.

E proprio alla Grande Guerra, in vista dell’imminente Adunata del Piave, è dedicato uno speciale itinerario nei luoghi della provincia di Treviso attraversati dal conflitto. Venerdì 12 maggio, dalle ore 15, visita a Vittorio Veneto, città che dà il nome alla terza battaglia del Piave, l’ultimo scontro armato che sancì la capitolazione dell’esercito austro-ungarico, e al Monte Altare, sul cui crinale si staglia una grande croce, eretta nel 1953 come monumento ai caduti di tutte le guerre. Sabato 13 maggio, dalle ore 9, escursione lungo il fiume Piave, fiume sacro alla patria e teatro delle più cruente battaglie del primo conflitto mondiale. Nel pomeriggio dello stesso giorno, infine, visita a Cison di Valmarino, dal cui territorio si snoda il Passo San Boldo, valico tra la Valmareno e la Valbelluna sul quale nel 1918 l’esercito austroungarico realizzò la cosiddetta “Strada dei 100 giorni”, complesso sistema di gallerie utilizzato durante la Battaglia del Solstizio per il passaggio rapido di truppe e grossi calibri dal fronte del Grappa a quello del Piave.

Completa il programma delle visite guidate di maggio, l’appuntamento con la passeggiata enogastronomica “Assaporando Treviso tra canali ed osterie”: lunedì 1, domenica 7 e domenica 21 maggio, a partire dalle ore 16, un accompagnatore turistico condurrà i partecipanti in una visita tra le tappe più suggestive della città, per assaporarne tutto il fascino attraverso la degustazione di vini e prodotti tipici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dai piazze ai luoghi della Grande Guerra: itinerari Iat per l'Adunata

TrevisoToday è in caricamento