menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il caldo si fa sentire: temperature da bollino rosso nella Marca

Gaiarine il Comune più caldo della provincia con 36°. Crespano del Grappa il più "fresco" si ferma a 31.8°. Giovedì e venerdì il termometro continuerà a salire: allerta massima

La provincia di Treviso messa a dura prova da un'ondata di caldo che ha dato inizio all'estate nel più rovente dei modi possibili. Nessun Comune della Marca è sceso sotto i 30 gradi a cavallo delle ore più calde della giornata.

Il primato di paese più caldo della provincia è andato a Gaiarine dove, alle ore 15, il termometro è arrivato a 36.1°. Non è andata meglio a Mogliano Veneto e Ponte di Piave che si sono fermate entrambe a 35.7° con temperature percepite vicinissime ai 40°. Il capoluogo di provincia, Treviso, ha registrato 35.2° mentre il Comune con le temperature più "basse", sempre stando al rilevamento Arpav delle ore 15, è stato Crespano del Grappa di poco sopra i 30 gradi (31.8° per l'esattezza). La località più calda del Veneto è stata quella di Castelnovo Bariano in provincia di Rovigo con 36.6° mentre solo in alta quota il termometro al di sotto dei trenta gradi con Monte Baldo, nel Veronese, tra le località più fresche della Regione. 21° a duemila metri sul livello del mare però. Le previsioni per i prossimi giorni indicano che l'alta pressione continuerà a insistere sulla nostra Regione portando un ulteriore aumento delle temperature tra domani, giovedì 27 giugno e venerdì. L'allerta è massima e, nonostante sia normale il caldo durante l'estate, temperature così alte rischiano di creare non pochi disagi ad anziani e persone a rischio in tutto il Veneto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Aziende

Migliori parrucchieri d'Italia: ecco i trevigiani al top

Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Attualità

A Pederobba è il giorno del taglio del nastro per il nuovo IperTosano

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento