rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Meteo

Caldo, picchi fino a 40 gradi in settimana: «Giovedì possibili temporali»

Le previsioni di Manuel Mazzoleni (3bmeteo.com): «L’anticiclone nord africano nei prossimi giorni porterà clima rovente da Nord a Sud. Attenzione però, qualche temporale riuscirà ancora a raggiungere il Nordest a metà settimana»

Le correnti roventi che stanno alimentando l'anticiclone nordafricano, nei prossimi giorni si faranno sentire da Nord a Sud con temperature bel oltre le medie del periodo. A dirlo è il meteorologo di 3bmeteo.com Manuel Mazzoleni che spiega: «Le zone dove il caldo sarà più intenso saranno soprattutto le Isole maggiori e il Sud dove le temperature massime si spingeranno localmente sino a 41/42°C nelle interne sarde e in Puglia, 38/40°C in Sicilia, Calabria e Basilicata, 36/39°C tra Molise e Campania. Anche al Nord il caldo si farà sentire con picchi di 37/38°C in Val padana. Qui, tuttavia, una lieve rinfrescata è attesa tra mercoledì e giovedì, grazie al transito di qualche temporale. La calura sarà avvertita anche nelle ore notturne con il ritorno delle notti tropicali: in molte città da Nord a Sud si faticherà a dormire con valori alla mezzanotte ancora prossimi ai 29/30°C e 25/26°C all’alba».

Come accennato prima le regioni settentrionali, tuttavia, risentiranno della presenza di un’energica circolazione depressionaria sull’Europa settentrionale che invierà correnti a tratti instabili. «Già martedì 11 luglio - avverte Mazzoleni - i primi temporali in serata raggiungeranno i settori alpini. Mercoledì interesseranno ancora Alpi e localmente Prealpi, andando infine a sconfinare qua e là giovedì anche sulla Val padana, specie centro orientale. Non si esclude che il forte contrasto termico tra l’aria molto calda nei bassi strati e correnti più fresche in quota, generi fenomeni localmente anche forti, accompagnati da colpi di vento e grandinate. Insieme all'aria rovente, dal Sahara verrà trasportata anche la sabbia del deserto, in sospensione ad alta quota, che creerà cieli lattiginosi e il sole opaco, in particolar modo sulle nostre regioni centro meridionali entro metà della settimana» concludono da 3bmeteo.com.

Allerta in Veneto

Si segnala il possibile innesco di frane superficiali e colate rapide sui settori montani, pedemontani e collinari delle zone in allerta; possibile innalzamento dei livelli della rete idrografica secondaria e rigurgito dei sistemi di smaltimento delle acque piovane con allagamenti di locali interrati e/o sottopassi. Lo scenario sarà caratterizzato da fenomeni intensi e in rapida evoluzione. Le previsioni meteo di Arpav indicano, infatti, che dal pomeriggio/sera di martedì 11 alla sera di giovedì 13 varie fasi di instabilità con rovesci e temporali sparsi, intervallate da pause anche prolungate. Saranno possibili fenomeni localmente intensi (forti rovesci, forti raffiche di vento, grandinate) specie su zone montane e pedemontane; in pianura locali fenomeni intensi non esclusi già nella notte tra martedì e mercoledì ma più probabili tra mercoledì sera e giovedì, in corrispondenza alla fase più significativa della perturbazione. È stato inoltre dichiarato lo stato di allarme climatico per disagio fisico per il giorno 12 luglio 2023 per le zone Costiera, Pianeggiante Continentale, Pedemontana e Montana e per il giorno 13 luglio per le zone Costiera, Pianeggiante Continentale, Pedemontana. Si ricorda che per segnalazioni e informazioni di ambito socio-sanitario è attivo il seguente numero verde 800 535 535 realizzato con la collaborazione del Servizio Telesoccorso e Telecontrollo. Per segnalazioni di eventuali emergenze di Protezione civile è attivo il numero verde 800 990 009.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caldo, picchi fino a 40 gradi in settimana: «Giovedì possibili temporali»

TrevisoToday è in caricamento