Martedì, 22 Giugno 2021
Meteo

Asolo devastata dalla grandine, allerta meteo fino a giovedì sera

Nel pomeriggio di mercoledì 19 maggio una nuova ondata di maltempo ha colpito la pedemontana trevigiana. A Casella d'Asolo danneggiato l'80% del raccolto. Il commento del sindaco Migliorini

Grandinata ad Asolo (Foto dalla pagina Facebook del sindaco Mauro Migliorini e "Meteo Bassano e Pedemontana del Grappa")

La grandine torna a colpire in provincia di Treviso: mercoledì pomeriggio, 19 maggio, la zona di Asolo e i comuni di Combai, Miane e Follina sono stati flagellati da una violenta grandinata che ha provocato danni ingenti, soprattutto alle colture. 

Tra le ore 15 e le 16 il fronte temporalesco ha colpito duramente la pedemonatana trevigiana per spostarsi poco più tardi nella zona di Conegliano, Trebaseleghe e Resana (anche se con effetti meno gravi). I danni più ingenti nella frazione di Casella dove la grandine ha letteralmente imbiancato le strade provocando danni all'80% delle coltivazioni e dei vigneti. Un intero raccolto da buttare. Il sindaco, Mauro Migliorini, commenta ai nostri microfoni: «Non ci voleva davvero: poco fa mi sono arrivate le prime stime sui danni nelle varie zone del Comune. La frazione di Casella e le colline a sud di Asolo sono state le più colpite ma anche in località Sant'Anna i danni al raccolto si aggirano intorno al 40 e il 50% della produzione. La zona nord è stata leggermente risparmiata anche se i vigneti registrano danni del 25%. In centro storico non ci sono stati allagamenti, i fossi secondari hanno tenuto pur arrivando al limite Speriamo che nelle prossime ore il maltempo possa darci una tregua in modo da capire l'esatta entità dei danni».

grandine-asolo-2-2-2

Allerta meteo prolungata

Il Centro funzionale decentrato della protezione civile del Veneto, dopo le precipitazioni e i temporali che hanno colpito il Veneto nelle scorse ore, ha pubblicato un nuovo avviso di criticità idrogeologica per i disagi che potrebbero verificarsi nel sistema di drenaggio urbano e lungo la rete idrografica minore.

Infatti, le precipitazioni che nelle scorse ore hanno colpito principalmente le zone pedemontane e la pianura veneta hanno causato l'aumento dei livelli idrometrici della rete regionale. L'allerta gialla sui bacini Piave-Pedemontano; Basso Piave-Sile e Bacino scolante in laguna e Livenza è stata prolungata fino alla serata di domani, giovedì 20 maggio. Fino a domani sera, infatti, il tempo continuerà ad essere instabile, con possibili temporali locali sempre tra l’area pedemontana e la pianura. Nel pomeriggio di oggi, mercoledì 19 maggio, possibili fenomeni intensi, specie in pianura, accompagnati da grandinate. In serata i fenomeni si attenueranno fino a cessare completamente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Asolo devastata dalla grandine, allerta meteo fino a giovedì sera

TrevisoToday è in caricamento