Picchi di piena su Livenza e Tagliamento, è stato di preallarme

Nelle prossime ore, scrive la Protezione Civile del Veneto, sono attesi ulteriori incrementi dei livelli idrometrici per le piogge dei giorni scorsi

TREVISO Il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile della Regione Veneto ha emesso poco fa un bollettino che determina lo Stato di Preallarme per criticità idraulica sulla rete principale nel bacino idrografico Vene-G, Livenza-Lemene-Tagliamento, fino alle ore 14.00 di domani, 29 aprile. Nelle prossime ore – scrive la Protezione Civile del Veneto – sono attesi ulteriori incrementi dei livelli idrometrici nei fiumi Livenza a Tagliamento, per il transito del picco della piena generata dalle piogge dei giorni scorsi in Friuli Venezia Giulia. Il livello di Preallarme (arancione) è riferito in particolare all’asta del Tagliamento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale nella notte, muore allenatore del Ponzano amatori

  • Camion con mucche e tori si rovescia, caos sulla bretella

  • Adriano Panatta sposa a 70 anni l'avvocato trevigiano Anna Bonamigo

  • Elezioni in Veneto: guida al voto per Referendum, Regionali e Amministrative

  • Omicidio di Willy, l'autore del post razzista è uno studente trevigiano

  • Covid-19, in quarantena una classe del Leonardo da Vinci e una della materna di Cimadolmo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento