Maltempo, Zaia chiede lo stato di crisi per il Veneto

Emergenza meteo in tutta la Regione, agricoltura e coltivazioni in ginocchio. Appello del Governatore a tutti i sindaci del territorio: «Mandateci i vostri censimenti dei danni»

Il Governatore Zaia (Foto d'archivio)

Visti i nubifragi che stanno interessando tutto il Veneto con pesanti conseguenze per privati, famiglie, aziende, nonché per l’agricoltura e le opere pubbliche, il presidente del Veneto, Luca Zaia, ha disposto che i decreti di stato di crisi varati il 5 e il 21 maggio scorso siano estesi anche agli eventi meteorologici delle ultime ore.

Il presidente, inoltre, è tornato a sollecitare il Governo affinché, considerata la gravità della situazione dell’agricoltura anche a livello nazionale, possa essere adottato uno specifico provvedimento di emergenza per il settore. Gli uomini dell’assessorato all’Agricoltura e i tecnici di Avepa sono attualmente impegnati nell'effettuare rilevazioni e verifiche dei danni subiti  dalle colture e dalle aziende agricole così da poter inviare un censimento ai Ministeri interessati nel più breve tempo possibile. Nel frattempo, il presidente Zaia ha invitato tutti i sindaci a predisporre quanto prima il censimento dei danni subiti dai propri territori e a darne comunicazione alla Regione in modo da poterli inoltrare, nei tempi previsti, al Dipartimento nazionale della Protezione Civile, contestualmente alla relativa richiesta di dichiarazione dello stato di emergenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Fossalunga, imprenditore e padre di due figlie trovato morto

  • Uccisa a Capo Verde: sui social una raccolta fondi per aiutare i figli

  • Cade dallo slittino, batte la testa e muore in ospedale a 19 anni

  • Acqua micellare: le verità nascoste

  • Chiede al bar gratta e vinci per 400 euro: non vince nulla ed esce senza pagare

  • Suicidio sui binari a San Fior, Venezia-Udine bloccata per tre ore

Torna su
TrevisoToday è in caricamento