rotate-mobile

Maltempo, stato di emergenza in Veneto: 15 persone isolate ad Asolo

Venerdì 17 maggio il punto stampa del Governatore Zaia: disagi lungo la Superstrada Pedemontana, nel tratto tra Altivole e Riese Pio X, per una galleria allagata. Sile e Muson dei Sassi i corsi d'acqua attenzionati. Martedì attesa una nuova perturbazione

«Siamo davanti a un fenomeno nuovo: il clima sta cambiando, il maltempo di questi giorni non si era mai visto prima d'ora in Veneto». Inizia così, venerdì 17 maggio, il nuovo punto stampa del Governatore Luca Zaia che ha chiesto al Governo lo stato di emergenza.

Una decina le rotture arginali avvenute nella notte: la più importante verso le 4 di mattina che ha fortunatamente graziato il centro abitato di Camposampiero. Allagata invece una galleria sulla Superstrada Pedemontana, nel tratto tra Altivole e Riese Pio X. Castelfranco Veneto e Asolo i comuni più colpiti nella Marca. «Se non avessimo avuto i bacini di laminazione saremmo con le città sott'acqua - ha aggiunto Zaia -. I danni ci sono e sono ingentissimi, per questo abbiamo dichiarato lo stato di emergenza. Ai cittadini chiedo di fotografare e documentare in maniera più accurata possibile i danni avuti a case, aziende e campi. Sarà poi compito dei Comuni raccogliere le richieste dei cittadini e passarle alla Regione. Solo la scorsa notte abbiamo ricevuto 2400 chiamate alla Centrale operativa - chiude Zaia -. Fortunatamente non ci sono stati feriti o morti ed è questo il dato più importante che ci conforta. L'appello ai cittadini è quello di rimanere lontani dagli argini nelle prossime ore e muoversi subito con i propri comuni per chiedere gli indennizzi dei danni subiti con foto e verbali».

L'assessore Bottacin ha invece rivolto un plauso ai volontari della Protezione Civile impegnati nelle scorse ore per far fronte al maltempo: «Le previsioni meteo per le prossime ore sembrano aiutarci, fino a martedì il tempo è dato in miglioramento poi martedì ci sarà una nuova perturbazione ma non della stessa intensità delle scorse ore. Ad Asolo ci sono 15 persone isolate, stanno bene, ma abbiamo subito attivato il Soccorso alpino per raggiungerle e metterle in sicurezza. A Castelfranco Veneto non era mai successo che 80 millimetri di pioggia cadessero in un'ora e mezza. Oggi i colmi di piena stanno transitando verso la foce, il Sile ha un livello piuttosto alto, soprattutto nel Comune di Silea. La situazione dovrà rimanere costantemente monitorata» conclude Bottacin.

Video popolari

TrevisoToday è in caricamento