Venerdì, 25 Giugno 2021
Notizie

Bollo auto 2021: il Veneto proroga la scadenza

Rinvio per chi ha il tributo in scadenza

Il Veneto ha posticipato la scadenza per il pagamento del bollo auto 2021 senza incorrere in sanzioni o applicazione di interessi.

La Giunta regionale ha approvato un nuovo disegno di legge che proroga al 30 settembre il pagamento del bollo auto dovuto per qualsiasi scadenza compresa tra il primo gennaio e il 31 agosto 2021

Nella maggior parte delle regioni italiane la norma impone che il pagamento del bollo auto 2021 avvenga entro la fine del mese successivo alla sua scadenza. 

Pagamento bollo auto

Il Bollo auto è una tassa di possesso solo per il fatto di essere titolari di un qualsiasi tipo di veicolo. Non importa che il mezzo non sia usato ma rimanga in garage, o che come nei mesi della pandemia sia magari stato utilizzato molto meno rispetto al solito. Lo si deve pagare come semplice tassa di possesso del mezzo. 

Per pagare il bollo auto 2021 in Veneto, uno dei metodi più diffusi, è quello di rivolgersi a intermediari abilitati, mentre i canali fisici a cui ci si può affidare sono:

  • le Delegazioni ACI o altre Agenzie di Pratiche Auto autorizzate;
  • i tabaccai abilitati;
  • gli sportelli postali o degli istituti di credito accreditati come PSP.

Generalmente, viene applicata una commissione all’importo dovuto, il cui costo varia a seconda dell’intermediario scelto.

Chi volesse pagare il bollo auto 2021 in Veneto via internet può farlo attraverso il portale Infobollo di Regione Veneto.

“L’impatto economico della pandemia è evidente e continua a pesare sui bilanci di imprese e famiglie Venete - spiega l'assessore Calzavara -. Rinviare a settembre il pagamento del bollo auto è una soluzione concreta pensata per aiutare i nostri contribuenti, dando loro più tempo per il pagamento della tassa automobilistica dovuta per l'anno di imposta 2021”.

“Già con la legge di stabilità 2021 abbiamo introdotto la norma sul rinvio del versamento del tributo al 30 giugno - continua l’Assessore – e dai dati è emerso che a fine gennaio il 28% dei contribuenti ha avuto bisogno di questa agevolazione rimandando il pagamento della tassa auto a un momento successivo, dimostrando l'utilità dell'iniziativa regionale”.

“I numeri ci confermano che i contribuenti del Veneto non sono mai stati evasori – sottolinea ancora Calzavara -. Le percentuali di soggetti che adempiono correttamente ai propri doveri fiscali sono sempre state molto elevate, ma quando una pandemia colpisce così duramente i redditi e i risparmi dei cittadini bisogna saper trovare nuove soluzioni per non gravare ulteriormente sulla loro situazione economica”.

“La norma proposta e approvata in Giunta, ma che ora passerà in esame del Consiglio regionale per l’approvazione, non recherà danno alle entrate della Regione - conclude l’Assessore Veneto -. Questi ulteriori 90 giorni vanno intesi come un supporto agli impegni tributari di imprese e cittadini, con la garanzia di non vedersi applicare sanzioni o interessi aggiuntivi”.

Sul portale www.infobollo.regione.veneto.it è sempre attivo il servizio che permette a tutti i contribuenti di registrarsi, fornendo i propri dati, per ricevere non solo gli avvisi di scadenza del proprio bollo auto comodamente tramite mail, ma anche per contatti rapidi ed efficaci con l’Amministrazione regionale.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bollo auto 2021: il Veneto proroga la scadenza

TrevisoToday è in caricamento