Obbligo di pneumatici invernali o catene: quando, dove, l'importo delle multe

Quando bisogna metterli, quali sono le strade del trevigiano in cui sono obbligatori, a quanto ammontano le sanzioni per chi non rispetta la legge

Scatta il 15 novembre l’obbligo di montare pneumatici invernali o avere le catene a bordo su alcuni tratti delle strade statali del Veneto, specialmente in quelle più esposte al rischio di precipitazioni nevose o formazione di cumuli di ghiaccio durante la stagione invernale. Sono obbligati tutti i conducenti di veicoli a motore, esclusi i ciclomotori a due ruote e i motocicli.

Si applica dal 15 novembre 2020 al 15 aprile 2021. Chi non provvede a dotarsi degli pneumatici invernali o, in alternativa, delle catene da neve, rischia una multa piuttosto salata, fino a circa 400 euro, e la decurtazione di 3 punti dalla patente di guida.

Sono esclusi dall’obbligo coloro che sono dotati di pneumatici all season, collaudati per tutte le stagioni. 

Gomme invernali e catene da neve, dove scatta l'obbligo: attenti alle multe (e alle sigle)

  • da 41 a 169 euro per chi circola nel centro urbano;
  • da 85 a 338 euro fuori dal centro urbano;
  • da 80 a 318 euro se si è sprovvisti di gomme e catene da neve in autostrada.

Ma non finisce certo qui, infatti l'agente che constata la violazione può anche intimare il fermo del mezzo fino a quando non verrà dotato delle gomme invernali o munito di catene. Nel caso in cui il fermo non venisse rispettato c'è una ulteriore multa di 84 euro a cui aggiungere la decurtazione di tre punti dalla patente.

Ricordiamo inoltre che le gomme invernali devono essere omologate, altrimenti si rischia un'altra sanzione amministrativa che può variare da 155 a 624 euro.

Per concludere il “tema” multe, ricordiamo che è vietato anche circolare d'estate con le gomme invernali, con le sanzioni che sono ancora più elevate. In questo caso la multa va dai 422 euro a 1.682 euro.

A Treviso

L’ordinanza prevede che dal 15 novembre 2020 al 15 aprile 2020 per circolare bisogna essere muniti di pneumatici invernali conformi alle normative di riferimento, ovvero avere a bordo catene o altri mezzi antisdrucciolevoli omologati.

Vige il divieto di circolazione, per i ciclomotori a due ruote e motocicli, nel periodo sopracitato nel caso di fenomeni nevosi in atto. 

In particolare, nell'Alta Marca Trevigiana le strade interessate dall'obbligo sono: la SS 51 “di Alemagna” da San Vendemiano (Km 0 ) a Vittorio Veneto (Km 5,950) e da Vittorio Veneto (Km 13,230) fino al confine regionale (km.118,150)

L’obbligo interessa anche la rete autostradale con riferimento al tratto dell’autostrada A27 da Conegliano fino all'innesto con la SS 51 e la A28 dal Km 0 all'allacciamento con l’A27. Il Codice della strada prevede che tutti i pneumatici “invernali” devono essere omologati e presentare sulla spalla della gomma la sigla M+S (Mud + Snow).

1. Ogni quanto cambiare le gomme

La durata delle gomme auto è influenzata per lo più da due fattori: le condizioni di utilizzo e l’immagazzinamento prima dell’acquisto. Le condizioni di utilizzo comprendono le modalità di carico dell’auto, il mantenimento della corretta pressione delle ruote, la velocità media cui si viaggia, il tipo di strade percorse, la frequenza di urti subiti e l’esposizione ambientale. Non si può stabilire a priori ogni quanto cambiare le gomme. Il consiglio è quello di effettuare un controllo una volta all’anno, superati i cinque anni di possesso. Di certo il limite d’usura è previsto ai 10 anni di utilizzo. In linea di massima, chi utilizza molto l’auto, dovrebbe sostituire gli pneumatici una volta compiuto un tragitto compreso tra 20.000 e 40.000 km.

2. Durata pneumatici 

La durata media degli pneumatici invernali e di quelli estivi è compresa tra i 5 e i 10 anni. In ogni caso, gli pneumatici invernali vanno sostituiti quando lo spessore del battistrada è inferiore a 1,6 mm o quando lo pneumatico presenta fori, tagli, deformazioni o ancora zone particolarmente usurate. Gli pneumatici 4 stagioni - scelti da conducenti che non intendono cambiare gli pneumatici a seconda della stagione - hanno una durata inferiore di circa il 10-15% rispetto a quelli stagionali, usurandosi più velocemente nel periodo estivo. 

3. Usura pneumatici: ecco cosa controllare

La prima cosa da fare è osservare il battistrada, ovvero la zona del pneumatico a diretto contatto con l’asfalto. La norma europea ha stabilito che il cambio gomme auto deve avvenire quando la scolpitura del battistrada ha raggiunto una profondità di 1,6 mm. Per controllare l’usura si utilizza solitamente un tassello in gomma, profondo 1,6 mm, posto sul battistrada: quando quest’ultimo raggiunge il livello dell’indicatore significa che il pneumatico deve essere sostituito. L’indicatore di usura è facilmente individuabile osservando il fianco del battistrada: esso può essere reperito in linea con il codice TWI, un triangolo o il logo del marchio. Alcuni produttori hanno previsto sugli pneumatici anche indicatori intermedi, raggiunti i quali le gomme non garantiscono più le prestazioni ottimali. Per controllare l’usura del pneumatico si può usare anche il calibro di profondità, uno strumento efficace e reperibile in tutti gli autoricambi, che misura con esattezza la profondità delle scanalature del battistrada in più punti.

4.Focus pneumatici invernali

In Italia le gomme invernali sono obbligatorie dal 15 novembre al 15 aprile di ogni anno. Si ha poi tempo un mese per cambiare gli pneumatici invernali con quelli estivi, cioè fino al 15 maggio. Le regioni nelle quali il clima si caratterizza per una maggiore rigidità e le zone di montagna, possono usufruire di deroghe speciali, che permettono di anticipare il periodo di entrata in vigore. Giunti al 15 di aprile, non esistono regole che impongono di sostituire gli pneumatici invernali con un set di gomme estive. Ciò se i primi presentano un indice di velocità almeno uguale a quello segnalato sulla carta di circolazione del veicolo. Nel caso di indice di velocità inferiore, dal giorno successivo alla scadenza il guidatore è tenuto alla sostituzione entro un mese per procedere. 

5. Come riconoscere le gomme invernali?

I pneumatici da neve devono riportare sul fianco il simbolo gomme invernali “M+S” (abbreviazione di “Mud & Snow”); in alternativa potranno comparire le scritte MS, M/S, M-S o M&S. La presenza delle diciture “da neve”, “all season”, “all weather” o “termiche”, “invernali” non ha invece validità, potendo far scattare sanzioni in caso di controllo.

6. Quali sanzioni sono previste in caso di violazione dell’obbligo di gomme invernali?

Chi, nel periodo e nelle zone in cui è obbligatorio l’utilizzo di gomme da neve, dovesse circolare senza, è punibile con una sanzione pecuniaria, di ammontare diverso a seconda del tipo di strada percorsa. Le sanzioni scattano 30 giorni dopo l’entrata in vigore dell’obbligo.  Oltre a multe di ammontare maggiore può scattare anche il ritiro del libretto.

7. Le migliori gomme invernali per auto: guida all’acquisto

Quando ci si appresta a fornire consigli sulle gomme invernali si deve avere presente innanzitutto la differenza tra gomme da neve e gomme termiche. Le prime non sono ormai più disponibili in commercio perché sono state sostituite dalle seconde, decisamente più performanti su fondi scivolosi. Le gomme termiche presentano un battistrada dotato di una mescola specifica che, unita a delle piccole lamelle, si riscalda più velocemente con garantendo così una migliore aderenza in presenza di asfalto freddo.

8. Come scegliere le gomme invernali

Per capire come scegliere le gomme termiche si deve sempre fare riferimento ai simboli impressi sulla spalla dello pneumatico. La scritta “M+S”, infatti, indica la caratteristica “mud and snow” (cioè fango e neve) ed è propria delle gomme invernali. Su queste, inoltre, può essere anche presente il simbolo di un fiocco di neve, ma la differenza è relativa esclusivamente al rispetto dell’omologazione americana. Praticamente tutti i costruttori hanno nei propri cataloghi gomme termiche e spesso si può entrare in confusione per capire quali siano le migliori gomme invernali per auto. Per non sbagliare la scelta si deve sempre tenere a mente l’utilizzo che si fa della propria vettura.

Se, infatti, l’auto viene usata prevalentemente per lunghi viaggi allora ci si dovrà orientare su pneumatici Touring pensati proprio per massimizzare il comfort di guida, mentre se quando ci si siede al volante non si può rinunciare al brivido delle prestazioni allora sarà fondamentale orientarsi verso pneumatici performance.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'auto si schianta fuori strada: morto un 22enne, due feriti gravi

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Vedelago, travolta e uccisa da un'auto di fronte al marito

  • I 6 piatti trevigiani che non possono mancare sulle tavole d'autunno

  • Auto sbanda e si ribalta, conducente in ospedale: è gravissima

  • Mascherina indossata per troppo tempo, studente si sente male

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento