Abbandonare la dentiera e tornare a sorridere? Ora si può

Arriva l’implantologia a carico immediato, un’innovazione in campo odontoiatrico

Tra tutte le abitudini positive da seguire, quella del sorriso è una delle più semplici da esercitare, ma è anche  molto efficace.

Sorridere rende più attraenti, elimina lo stress e migliora l’umore, grazie al rilascio di endorfine. A livello fisico, il sorriso rinforza il sistema immunitario, abbassa la pressione sanguigna e migliora il tono della pelle (i muscoli utilizzati effettuano un vero e proprio “massaggio” alla pelle del viso). Certo, nonostante l’impegno, può non essere così facile sfoggiare un bel sorriso per chi soffre di problemi odontoiatrici. Si pensi, in particolare, a chi porta la dentiera: oltre ad un periodo in cui è necessario abituarsi alla protesi (e sono fisiologici fastidio e dolore alle gengive), possono sorgere anche altri problemi più gravi. Per esempio, l’impianto non si adatta come dovrebbe, causando dolori e infezioni al cavo orale.

Può capitare che la dentiera si allenti succede spesso in casi di riduzione ossea): diventa necessario l’ausilio di paste adesive apposite; la masticazione risulta compromessa, sia a causa dello sfregamento delle mucose, sia per le particelle di cibo che possono infilarsi sotto la protesi, irritando le gengive. Inoltre, una protesi allentata rende anche difficile parlare normalmente e una semplice risata può causare notevoli movimenti della dentiera.

Così, la voglia di sorridere passa.

Oggi, però, esistono soluzioni alternative, che possono risolvere il problema anche in breve tempo. Con la tecnica implantologica del carico immediato, ultima evoluzione dell’implantologia dentale, è possibile dire addio alla dentiera e godere di denti fissi in sole 6 ore. Si evitano, così, tutte le criticità legate all’iter che l’impianto comporta: estrazione, guarigione, impianto e impronte con disagi che potevano protrarsi anche per sei mesi. Grazie al carico immediato, il paziente può iniziare a masticare con nuovi denti in pochissimo tempo, liberandosi della dentiera (o evitandone, a monte, la necessità).

Certo, bisogna rivolgersi a professionisti del settore, veramente competenti nell’ambito e che possano valutare, caso per caso, quale sia la soluzione migliore. Infatti, il carico immediato è una tecnica molto efficace, che però richiede particolari attenzioni alla pianificazione del piano di trattamento. Visita preliminare, studio fotografico del viso per l’analisi estetica, TAC radiografica per lo studio dell’osso, valutazione dello stato della bocca sono azioni imprescindibili per poter studiare e comprendere a fondo la condizione del paziente.

Tutto ciò richiede attrezzature all’avanguardia ed una particolare esperienza.

dott-tubia-3

Nel nostro studio effettuiamo settimanalmente questo tipo di intervento” – afferma il Dott. Attilio Bedendo del centro odontoiatrico Tubia di Meolo.

In particolare ci siamo specializzati nella risoluzione di casi complessi. Grazie a tecniche maxillo-facciali, riusciamo ad effettuare l’impianto a carico immediato anche per i pazienti che presentano problematiche di grave scarsità di osso.

Per quanto riguarda i casi dove vi è assoluta assenza di osso utilizziamo una particolare tecnica che prevede l’inserimento di impianti direttamente nell’osso zigomatico.”

Possiamo orgogliosamente affermare di essere un punto di riferimento a livello nazionale per questo tipo di interventi, con pazienti che arrivano da tutta Italia.” – aggiunge il Dott. Bedendo. “La soddisfazione più grossa? Il sorriso dei pazienti e i loro ringraziamenti per il risultato e per la professionalità dimostrata.”

dott-bedendo8x6-2

Ecco qui un esempio, la signora Bettio che è una paziente dello studio che parlando dell'intervento afferma "un cambiamento radicale. Lo studio dentistico presso cui mi servivo mi aveva estratto dei denti laterali, dicendomi però che l’osso era insufficiente per realizzare un impianto. Per questo mi ero dovuta adattare ad un piccolo apparecchio che sia dal punto di vista funzionale sia estetico era decisamente problematico. Il Dott. Bedendo dello studio Tubia mi ha proposto l’alternativa del carico immediato, facendomi un’analisi perfetta perché non avrei accettato più alcun compromesso per i miei denti. Il mio caso era particolarmente impegnativo, ed ha necessitato un intervento di 3 ore nelle quali mi sono stati estratti alcuni denti oramai non recuperabili ed installati 6 impianti. Da subito ho iniziato a mangiare, e dopo una settimana tutto è tornato alla normalità".

prima-dopo-def-2

Da oltre trent’anni, il centro odontoiatrico Tubia  si dedica alla cura dei denti di adulti e bambini, diventando punto di riferimento dell’ortodonzia moderna. Partendo dall’intento di superare l’idea del classico studio dentistico monoprofessionale, lo studio ha creato un team di professionisti altamente formati, in grado di fornire accurate diagnosi per la cura di ogni singola patologia.

Siamo oltre 20 professionisti – racconta il Direttore Sanitario, Dott. Iginio Tubia che si occupano di ortodonzia, odontoiatria, endodonzia, chirurgia dentale, implantologia, protesi, parodontologia, estetica e pedodonzia. La nostra sede a Meolo, tra Treviso e Venezia, è un piccolo gioiello di modernità ed efficienza: vanta dieci sale operative, due sale d’attesa, due reception, due sale per la sterilizzazione, due sale ristoro dedicate al personale e un laboratorio odontotecnico.”

studiotubia-struttura-4

Il centro odontoiatrico Tubia si trova a Meolo, comodamente raggiungibile da Treviso e Venezia.

È possibile prenotare un appuntamento chiamando il numero 0421 618534, oppure scrivendo una mail all’indirizzo info@studiodentisticotubia.it.

In Evidenza

I più letti della settimana

  • Schianto frontale nella notte, muore allenatore del Ponzano amatori

  • Oliviero Toscani: «Chi vota Zaia forse è ubriaco, anche i veneti diventeranno civili»

  • Grandine e vento forte, il maltempo torna a colpire la Marca

  • Tragedia di Merlengo, il 26enne aveva bevuto: indagato per omicidio stradale

  • Distributore di bevande trovato morto nel suo camion

  • Covid nelle scuole della Marca: 8 classi in isolamento

Torna su
TrevisoToday è in caricamento