Mercoledì, 19 Maggio 2021
Politica Centro

Costo dei parcheggi scontato al sabato a Treviso: ecco la proposta di Acampora

La proposta del consigliere Davide Acampora (FdI-AN): "Bisogna attirare più gente in città che nei centri commerciali per tutto l'anno, non solo a Natale"

TREVISO Il Consigliere comunale Davide Acampora, capogruppo di Fratelli d’Italia a Palazzo dei Trecento, ha depositato lunedì a Cà Sugana una mozione per chiedere alla Giunta di impegnarsi quanto prima a ridurre del 50% il costo orario di tutti i parcheggi a pagamento nei giorni di sabato e prefestivi, per rilanciare il commercio ed il turismo cittadino.

Questa proposta si allaccia all'iniziativa già concretizzata dall'Amministrazione durante le scorse festività natalizie, quando per 15 giorni è stata consentita la gratuità dei parcheggi in determinate fasce orarie: “Si tratterebbe di un periodo di prova di sei mesi al fine di valutare i reali benefici per l’indotto economico della città, ma auspico che in seguito si possa applicare a tempo indeterminato”, ha spiegato Acampora. “I commercianti e gli artigiani, soprattutto del nostro centro storico, hanno bisogno di lavorare tutto l’anno e non esclusivamente a Natale; i dati sono estremamente allarmanti: in tre anni abbiamo assistito ad un crollo annuo del 15% delle attività commerciali con una definitiva chiusura di oltre 170 attività a fronte di solo 15-20 nuove aperture. Sono quindi convinto che un provvedimento del genere darebbe una continuità d’ossigeno a tutta l’economia cittadina e migliorerebbe l’immagine di Treviso”.

Acampora, nella sua proposta caldeggiata da molti commercianti del centro storico e dal comitato Terra Nostra sezione di Treviso, fa una serie di considerazioni sul preoccupante andamento dell’economia cittadina, puntando il dito anche sulle scelte politico-amministrative fatte in passato che hanno delocalizzato diversi uffici statali all'Appiani e che hanno contribuito alla desertificazione del centro anche nei giorni feriali. Inoltre, sostiene che quella dei parcheggi a Treviso sia una problematica molto sentita sia dai residenti che dagli esterni: “Molteplici indagini demoscopiche hanno dimostrato che il costo del parcheggio ed il rischio di multe sono una delle principali cause che spingono i consumatori ad evitare il centro storico o comunque a preferire i centri commerciali dove è possibile parcheggiare gratuitamente a qualsiasi ora del giorno. Vorrei fosse chiaro che a fronte di un inevitabile perdita di gettito per le casse comunali si considerasse l'enorme tornaconto che avrebbe Treviso a livello d’immagine, di attrattiva e di potenziale rilancio economico-turistico; l'iniziativa, infatti, rappresenterebbe un chiaro segnale di sostegno al commercio ed al turismo, nonché un’importante misura di mitigazione della crisi che sta subendo il centro città”, ha concluso Acampora.

A tutto ciò va a sommarsi il caro-affitti che possono arrivare a costare anche migliaia di euro al mese, come puntualizza l’avvocato Enrico Cavallin, legale di diversi commercianti e artigiani di Treviso, anch'egli strenuo sostenitore del progetto insieme al Consigliere di Fratelli d’Italia. Cavallin fa notare come sia in atto una singolare impennata di contenziosi tra le proprietà e i conduttori di immobili del centro storico: “Sempre più conduttori faticano a garantire il puntuale e preciso pagamento delle pigioni locatizie, ed una volta liberati i locali gli stessi restano sfitti per mesi/anni non essendoci più attrattiva per il centro storico con la conseguenza che i negozi preferiscono spostarsi fuori dalle mura o addirittura fuori dal Comune”. La mozione del consigliere Acampora verrà comunque discussa nel prossimo Consiglio comunale di Aprile.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Costo dei parcheggi scontato al sabato a Treviso: ecco la proposta di Acampora

TrevisoToday è in caricamento