Accordo Comune-sindacati: Mogliano fa attenzione agli effetti dell’emergenza

Sebbene il Comune registri -3 milioni di euro nelle casse municipali, è confermata la volontà di mantenere inalterate le voci di bilancio previsionale per la spesa sociale

Una foto dell’incontro

A fronte delle criticità economico-sanitarie e sociali, intervenute a seguito della pandemia da Covid, e alla luce delle mancate entrate tributarie ed extratributarie alle casse comunali, nonché degli interventi messi in campo dal Governo centrale con i decreti Cura Italia e Rilancio, l'Amministrazione comunale di Mogliano Veneto, le organizzazioni sindacali CGIL, CISL e UIL e le sigle dei pensionati SPI, FNP, UILP ritengono necessario, sulla base dell’economia osservata dal lockdown a oggi, consolidare un welfare locale e di prossimità di emergenza mirato a tutelare le famiglie in difficoltà, le persone anziane e le attività produttive del territorio. Da questo assunto si è sviluppato l’incontro tra Parti Sociali e Comune di Mogliano che ha portato i giorni scorsi alla firma di un accordo che parte dalla Piattaforma Unitaria per la contrattazione sociale 2020 presentata dai sindacati a fine dello scorso anno.

Sebbene il Comune stia registrando mancate risorse nelle casse municipali pari a una stima di 3 milioni di euro, l’Amministrazione conferma la volontà di mantenere inalterate le voci di bilancio previsionale dedicate alla spesa sociale e di ripristinare nel corso dell’anno quelle decurtate per sport e cultura, confermando inoltre gli impegni assunti per gli investimenti già finanziati per infrastrutture pubbliche. Le Parti Sociali evidenziano che, a compensazione delle minori entrate, il Comune può contare sulle diverse risorse economiche trasferite dal Governo per il Fondo di Solidarietà Alimentare (147.214 euro) - con le quali si sono già potute aiutare 450 famiglie oltre quelle già in carico ai Servizi Sociali - Fondo Sanificazione (28.090 euro), anticipo quota Fondo Solidarietà comunale (3.063.445 euro), contributi dal Governo (982.166.000 euro), per efficientamento energetico (130mila euro), ristoro TOSAP (50.52 euro), ristoro imposta di soggiorno 30% (47.200 euro), ristoro IMU settore turistico (6.557 euro). Per di più, che l’avanzo di bilancio 2019, pari a 2.148.000 euro, potrebbe essere impiegato come spesa corrente in interventi in ambito sociale.

Dando continuità a quelli realizzati e in programma, secondo Amministrazione comunale e sindacati la situazione di emergenza vissuta e in atto mette in luce la necessità di nuovi e più efficaci interventi strutturali del sistema socio-sanitario e assistenziale sul territorio, al fine di contrastare l’isolamento sociale e la povertà. Un impegno questo concretizzabile attraverso un monitoraggio costante del territorio per individuare gli effettivi bisogni e tradurli in welfare locale e di prossimità, ma - sottolineano le Parti Sociali - anche grazie a quella definita economia osservata, al fine di riuscire a regolarizzare quote di lavoro sommerso.

Alla pari Comune e organizzazioni sindacali ritengono prioritario favorire anche interventi che garantiscano la sicurezza nei centri di servizi per anziani, nei centri di sollievo e nelle attività di assistenza domiciliare, oltre ai progetti di invecchiamento attivo, qualificando e ampliando i servizi, rigenerando le politiche dei Distretti socio-sanitari, garantendo la sostituzione dei medici di medicina generale e attivando sinergie sovra-comunali anche in relazione ai Piani di Zona dell’Ulss 2 Marca Trevigiana. L’Amministrazione conferma poi che non vi saranno aumenti sulla pressione fiscale a livello locale e sarà mantenuta a 10mila euro la fascia di reddito esente dall’addizionale Irpef comunale. Soglia che i sindacati chiedono di innalzare fino a 15mila euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Siamo soddisfatti dell’incontro e dell’accordo siglato con l’Amministrazione comunale - affermano li sindacati - Insieme abbiamo fatto il punto della situazione e tracciato una direzione, prendendo in considerazione tutti i diversi aspetti di questa delicata e quanto mai complessa situazione dettata dall’emergenza sanitaria in corso. Promettendoci di stare sul territorio e monitorare problematiche e bisogni della popolazione moglianese”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cade nelle acque del Sile, fugge in treno e lo ritrovano a Bassano

  • Oliviero Toscani: «Chi vota Zaia forse è ubriaco, anche i veneti diventeranno civili»

  • Grandine e vento forte, il maltempo torna a colpire la Marca

  • Tragedia di Merlengo, il 26enne aveva bevuto: indagato per omicidio stradale

  • Tragico schianto col furgone nella notte: 62enne muore a pochi metri da casa

  • Distributore di bevande trovato morto nel suo camion

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento