rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Politica

Accorpamento Treviso-Belluno, Muraro: "Antidemocratico"

Il presidente della Provincia Leonardo Muraro boccia l'accorpamento di Treviso e Belluno, definendo il provvedimento del Governo "antidemocratico"

Treviso accorpata a Belluno: il presidente della Provincia e dell'Unione delle province italiane del Veneto Leonardo Muraro non ci sta.

"Faccio appello a tutti i parlamentari perché si oppongano a un provvedimento assolutamente antidemocratico", ha esortato Muraro a commento delle dichiarazioni del Ministro della Pubblica amministrazione e semplificazione, Filippo Patroni Griffi, sul riordino delle Province.

"Un’anticipazione di questo tipo, fatta alla stampa prima della scadenza del termine previsto dalla legge per la formulazione da parte delle Regioni delle proposte di riordino delle Province è inaccettabile - ha dichiarato Muraro - In questo modo il Governo dimostra di avere già deciso, senza tener conto della volontà dei territori, in assoluto dispregio delle autonomie".

E in merito al tema del commissariamento anticipato, il presidente dell'Upi Veneto ha ricordato che "la legge, secondo il decreto 'Salva Italia', ad oggi prevede la scadenza naturale degli enti, anche su indicazione della Presidenza della Repubblica. Uno scioglimento anticipato degli organi democraticamente eletti, non previsto preventivamente dalla legge e non come misura sanzionatoria - ha aggiunto Muraro - è contrario alla Costituzione".

"Se si dovesse ritenere legittimo che il Governo possa sciogliere anticipatamente, e fuori dai casi previsti tassativamente dalla normativa, con decreto legge i consigli provinciali eletti dal popolo - ha concluso Muraro - mi domando, cosa impedirà domani di emanare un provvedimento simile per i Comuni e le Regioni".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accorpamento Treviso-Belluno, Muraro: "Antidemocratico"

TrevisoToday è in caricamento